Forlì-Cesena, i possibili nuovi confini di due Ambiti Territoriali di Caccia fanno discutere

Si sta parlando della proposta di due amministrazioni comunali di ampliare gli ettari dell'ATC FO5 a discapito dell'ATC FO2.

0
Bergamo

Forlì-CesenaLa richiesta di ampliare i confini dell’Ambito Territoriale di Caccia Forlì Cesena 5 a discapito del “concorrente” ATC FO 2 fa discutere e non poco a livello politico. Si sta parlando di circa mille ettari da espanedere, come proposto da due amministrazioni comunali, quella di Santa Sofia e quella di Bagno di Romagna. Massimiliano Pompignoli, consigliere della Lega Nord nella Regione Emilia Romagna, si è detto perplesso, definendo inutile la revisione cartografica.

Inoltre, le istanze sono considerate per il momento non ricevibili, anche perchè sarebbero dettate dalle rivendicazioni di alcuni cacciatori. Secondo Pompignoli, poi, l’approvazione sempre più vicina del piano faunistico venatorio regionale rende urgente la riduzione dei 50 Ambiti emiliani e romagnoli a causa dei costi eccessivi, mentre i nuovi perimetri non sembrano una priorità per ora. Come ricordato dal consigliere, già nel 2014 i due comuni avevano tentato di cambiare i confini come potrebbe avvenire nelle prossime settimane, ma poi il progetto era stato abbandonato.

Pompignoli ha infine sottolineato il vero problema della caccia romagnola, vale a dire il calo continuo dei cacciatori, tanto da rendere necessaria una semplificazione che dia maggiore respiro a chi è rimasto a praticare l’attività venatoria. L’impressione è che questa vicenda avrà ancora molte altre puntate.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here