Mazzali (FdI): “TAR ritiene ammissibile ricorso per riaprire la caccia chiusa il 3 novembre”

Assoarmieri, Libera Caccia e Anuu Migratoristi Lombardia avevano presentato un ricorso al Tar.

0
Mazzali
MazzaliAssoarmieri, Libera Caccia e Anuu Migratoristi Lombardia avevano presentato un ricorso al Tar per chiedere l’apertura della caccia dopo il Dpcm del 3 novembre 2020. Il Tar di Milano ha ritenuto ammissibile il ricorso e non ha escluso la legittimazione dei ricorrenti, ma ha respinto la richiesta solo perché nel frattempo non era più in vigore il Dpcm su cui era basato il ricorso. Questo è molto importante per il futuro della caccia nei prossimi mesi, perché l’ammissibilità del ricorso dimostra che c’erano elementi per discuterne. Il Dpcm non citava esplicitamente l’attività venatoria, ma la Prefettura aveva deciso di fermarla in quanto non attività motoria e sportiva.
Il ricorso però intende contestare questo, sia a livello individuale e sia collettivo (con ovviamente tutti i dispositivi di sicurezza richiesti dalla legge). Inoltre il ricorso è basato anche sul fatto che la caccia sia una attività economica occasionale e discontinua (non fermata dal Dpcm) e che quindi questo giustifichi gli spostamenti per lavoro. Andremo avanti. Questi temi saranno oggetto di discussione nella prossima udienza di merito, grazie all’avvocato Antonio Bana, presidente di Assoarmieri.” Lo dichiara Barbara Mazzali, consigliere regionale di Fratelli d’Italia.
4.8/5 (5)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here