Nuoro, i cacciatori pensano al recupero delle antiche sorgenti per tutelare lepri e pernici

Si tratta delle doppiette della riserva autogestita Idolo di Arzana: l'acqua servirebbe a sostentare le due specie e a domare gli incendi.

0
Comitato Faunistico Regionale

Lepri e perniciPochi giorni fa la sezione sarda dell’associazione Caccia Pesca Ambiente è intervenuta per smentire il rischio estinzione che starebbe riguardano in questo periodo storico le lepri e le pernici. Ora si torna a parlare di queste due specie, dopo che i cacciatori della riserva autogestita “Idolo di Arzana” (in provincia di Nuoro) hanno deciso di puntare sulle antiche sorgenti che si trovano in questa parte dell’isola.

L’obiettivo è quello di costruire delle vasche in cui pernici e lepri possano trovare l’acqua per abbeverarsi. Per molti il calo delle due popolazioni è dovuto a predatori come gatti selvatici, visoni, volpi e martore. I cacciatori hanno comunque ricordato come siano a disposizione due mezze giornate per questi prelievi, di conseguenza il tempo è poco per poter cercare delle responsabilità nel mondo venatorio.

Le antiche sorgenti potrebbero dunque essere recuperate all’interno della riserva: le acque andrebbero ad alimentare le vasche per la selvaggina, ma sarebbero utili anche per domare i roghi. Le doppiette più anziane hanno fornito informazioni utili per capire l’esatta ubicazione delle sorgenti: ci sarà un investimento di circa 6mila euro, ma si dovrà fare molto anche per ridurre il numero dei predatori e riportare un equilibrio numerico tra le varie specie.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here