Padova, accuse infamanti degli animalisti: “I cacciatori sparano ai gatti domestici”

Sui quotidiani locali e sui social è apparsa l'accusa di Centopercentoanimalisti, secondo cui i felini sarebbero stati uccisi dai cacciatori.

0
Gatti

GattiCome riferito da Arci Caccia, sul Mattino di Padova è apparso un articolo contenente un delirante attacco ai cacciatori di un gruppo animalista. Questa volta, il mondo venatorio è additato come responsabile della sparizione di alcuni gatti. Ovviamente nessuna prova, niente che conduca ai cacciatori se non il fatto che la caccia sia aperta, basta solo offendere e diffamare. E come al solito non si fanno attendere le minacce, nemmeno tanto velate, verso i seguaci di Diana che verranno incontrati durante le ronde che questi sedicenti paladini degli animali si apprestano ad organizzare.

Il titolo del pezzo è allarmante: “Camposampiero, strana sparizione di gatti: “Sono stati i cacciatori”, l’attacco di 100per100 animalisti”. Nell’articolo si legge anche altro: “I cacciatori sparano ai gatti domestici. E’ la denuncia di una gattara della provincia di Padova. Sostiene che, in via Fossalta a Rustega di Camposampiero, da quando si è aperta la stagione venatoria, alcuni gatti che segue sono spariti. Quasi sicuramente è opera di cacciatori, attacca l’associazione centopercento animalisti“.

5/5 (1)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here