Regione Basilicata, si torna a parlare della filiera delle carni di cinghiale

Si è definito un iter condiviso che sarà formalizzato in una delibera della giunta regionale.

0
Basilicata

BasilicataLa filiera delle carni di cinghiale, dalla cattura degli animali al conferimento nei centri di lavorazione della selvaggina, è stata al centro di un incontro, tenutosi nei giorni scorsi, nel Dipartimento regionale Salute della Basilicata. Presenti, oltre all’assessore Rocco Leone, gli assessori all’Ambiente e alle Politiche Agricole, Gianni Rosa e Francesco Fanelli, il presidente dell’Ente parco della Murgia materana, Michele Lamacchia, il direttore sanitario dell’Asm, Giuseppe Magno e il responsabile dell’Ufficio Veterinario della Regione, Gerardo Salvatore.

Nell’incontro si è discusso nei dettagli della gestione dei cinghiali catturati e delle modalità di trasporto nei centri autorizzati. Si è definito un iter condiviso che sarà formalizzato in una delibera della giunta regionale. La Regione è impegnata a risolvere l’emergenza cinghiali su tutto il territorio regionale, trasformando un problema in un’opportunità economica.

5/5 (1)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here