Scoppio della Canna del Fucile

0
Scoppio canna fucile da caccia
Ecco come si presenta la canna di un fucile da caccia dopo un incidente di tiro con lo scoppio accidentale.
Scoppio canna fucile da caccia
Ecco come si presenta un fucile da caccia dopo un incidente di tiro con lo scoppio accidentale della canna dell’arma.

I fucili da caccia sono sicuri. Collaudati al Banco nazionale di prova subiscono notevoli sollecitazioni e quindi offrono un’altissima affidabilità. Quando le canne scoppiano accade ,quasi sempre, non per difetti di lavorazione o del metallo ma per un uso sconsiderato o quantomeno imprudente. Ci fu un tempo in cui molti cacciatori si caricavano le cartucce: era un gran parlare di “dosi” (di polvere) miracolose e spesso chi lo affermava non aveva alcuna nozione tecnica su cui fondare le sue convinzioni.

Le cause di scoppio sono molteplici. E’ accaduto- ed accadrà- che l’esplosione sia provocata da uno straccio o un tappo usato subito dopo la pulizia per otturare le canne e non tolto al momento dello sparo.

La canna può scoppiare se al suo interno vi è un po’ di terra o un pezzetto di legno oppure, a seguito di una cartuccia difettosa, sia rimasta la borra. In alcuni casi le canne scoppiano o subiscono rigonfiamenti per i cosiddetti lunghi fuochi, cioè ritardi di accensione.

Sono provocati solitamente da  un’imperfezione dell’innesco o della capsula, inadeguatezza della borra o orlatura imperfetta, cartuccia danneggiata, carica di pallini insufficiente.

Quando si verifica il lungo fuoco si ha la combustione di una parte dell’esplosivo che spinge nella canna pallini e borre, quindi la combustione della parte rimanente della polvere eleva la pressione che trova un ostacolo nella parte espulsa per prima. 

Può accadere che un minor numero di pallini non solo non va a più distante ma può addirittura far scoppiare l’arma.

3.67/5 (3)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here