Valle d’Aosta, nessun candidato per la presidenza del Comitato Caccia

Il voto del prossimo 30 ottobre resta a forte rischio: la gestione dell'organismo rimane ancora nelle mani del commissario straordinario.

0
Aosta

Valle d'AostaC’era grande attesa nel mondo venatorio valdostano per la nuova guida del Comitato Caccia, ma per il momento la situazione è ancora bloccata. In effetti, come riferito da Aosta Sera, è appena scaduto il termine per presentare la candidatura alle nuove elezioni e nessuna persona si è proposta come guida dell’organismo regionale. A questo punto il voto, in programma per domenica 30 ottobre, è in forte dubbio, come appare evidente dal fatto che non esistono candidati alla presidenza.

La gestione è rimasta nelle mani di Paolo Oreiller, finora commissario straordinario su incarico della Giunta Regionale. Tra l’altro, mancano disponibilità persino per alcune circoscrizioni locali, come ad esempio la prima, la seconda, la terza, la sesta e la settima. Ci sono poi dei nomi per quel che riguarda i rappresentanti dei cacciatori di galliformi e lepri.

La gestione straordinaria di Oreiller dura ormai da tre mesi dopo l’addio di Jean-Claude Soro e dei presidenti delle circoscrizioni. La votazione di ottobre dovrebbe risolvere il vuoto che si è venuto a creare, anche se il condizionale resta d’obbligo. Non è esclusa una ulteriore proroga dei termini per permettere una presentazione all’ultimo minuto dei candidati.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here