CCT: “L’iter per rendicontare gli storni è assurdo e inapplicabile”

L'associazione ha chiesto un immediato tavolo di concertazione per risolvere quanto prima questo problema.

0
CCT

CCTNonostante le numerose richieste e sollecitazioni per conoscere le modalità operative di rendicontazione dei capi della specie Storno abbattuti in regime di deroga, per i cacciatori che non hanno optato per la scelta del tesserino venatorio digitale App Toscaccia, solo questa mattina, a pochi giorni dalla prima data obbligatoria (martedì 29 settembre 2020) per la rendicontazione dei capi stessi di cui alla delibera n° 1054 del 27/07/2020, i competenti uffici regionali hanno comunicato che la scheda informatica (form) da compilare per la trasmissione dei dati di abbattimento è finalmente on-line.

Leggendo le disposizioni e gli adempimenti da effettuare per una corretta trasmissione dei dati, non ci resta che esprimere la nostra più totale contrarietà oltreché sconcerto per le modalità previste. Un iter procedurale inapplicabile! Per quanto sopra descritto, riteniamo necessario ed inderogabile un immediato superamento di tali cervellotiche disposizioni, per garantire certezza del diritto ai cacciatori, consentendo nel contempo alle Associazioni Venatorie la possibilità di assicurare un servizio ed un supporto adeguato.

Per tali ragioni chiediamo un immediato tavolo di concertazione al nuovo governo regionale al fine di intervenire immediatamente per superare questa incresciosa e paradossale situazione oltreché una proroga dei tempi di rendicontazione previsti dalla delibera n°1054 del 27.07.2020.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here