Confagricoltura: “In dieci anni i cinghiali sono aumentati del 111%”

Al Governo e alle istituzioni, poi, l’associazione che rappresenta il settore primario ha chiesto la difesa e la salvaguardia del territorio.

0
Asti

AstiL’associazione agricola Confagricoltura ha riportato dei numeri a dir poco impressionanti per quel che riguarda l’emergenza cinghiali nel nostro paese. I casi di cronaca che riguardano incidenti stradali con ungulati protagonisti sono sempre più frequenti: se si guarda ai soli cinghiali, si è passati dai 900mila esemplari di dieci anni fa ai quasi 2 milioni dei giorni nostri. L’aumento è presto detto, i selvatici hanno fatto registrare un incremento pari a 111 punti percentuali, con un trend in costante crescita.

Come se non bastasse, c’è la peste suina africana in agguato, come testimoniato dai recenti aggiornamenti sui fatti accaduti in Germania e nei Paesi Bassi che preoccupano anche l’Italia. Confagricoltura ha accolto con favore l’annuncio del ministro dell’Agricoltura, Teresa Bellanova, di varare un decreto d’urgenza da predisporre con un altro dicastero, vale a dire quello della Salute, per affrontare al più presto la situazione ed evitare che la Psa diventi un problema ancora più grave.

Al Governo e alle istituzioni, poi, l’associazione che rappresenta il settore primario ha chiesto la difesa e la salvaguardia del territorio con azioni mirate e decise, oltre che non più rinviabili. Non è mancano, infine, un riferimento ai lupi e ai frequenti attacchi che non fanno dormire sonni tranquilli ai nostri agricoltori e allevatori.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here