Dalla provincia di Piacenza un seminario sull’etica venatoria e il comportamento del cacciatore nell’ambiente, il 25 Novembre 2011

0

CacciatoreLa Provincia di Piacenza organizza un seminario sull’etica venatoria e il comportamento del cacciatore nell’ambiente, dalla scelta del capo prima del prelievo al recupero, con approfondimenti relativi alle diverse tecniche di prelievo”.

Il Seminario si terrà il prossimo venerdì 25 Novembre presso la sede di rappresentanza del parco Fluviale Regionale del Trebbia in località Camposanto Vecchio a Piacenza, dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 15 alle 17, a cura del dott. Marco Franco Franolich, docente presso Scuola Forestale “Latemar” di Bolzano.

L’assessore provinciale all’Agricoltura, Tutela faunistica e Vigilanza, Filippo Pozzi, ha spiegato, “Abbiamo intrapreso una collaborazione con la “Latemar” e questo incontro vuole offrire un momento di aggiornamento a un settore al centro dell’attenzione di questa Amministrazione, che considera la caccia non solo uno sport o un’attività ricreativa, ma soprattutto una componente importante per la gestione del territorio, necessita quindi, di una costante formazione affinché sia sempre aggiornata”.

Prosegue l’assessore aggiungendo, “Gli ATC svolgono un servizio al territorio e per migliorare tale servizio occorrono sempre più operatori specializzati nella caccia di selezione che tenga conto non solo delle normative, ma anche di un’etica che abbia rispetto del territorio e della fauna per una caccia che sia davvero sostenibile”.

Il presidente della Provincia, Massimo Trespidi, “L’Amministrazione provinciale sostiene queste giornate di formazione e condivide il lavoro svolto dall’assessore Pozzi in un settore non sempre facile come la caccia che è un’attività che, se gestita con responsabilità, competenza e rispetto porta benefici al territorio. I cacciatori possono essere sentinelle del territorio se mossi oltre che dalla passione anche da un’etica adeguatamente formata”.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here