Dimtur, esperienze di caccia tra i dolci moor della Scozia

La Dimtur organizza da trent'anni viaggi venatori in grado di soddisfare anche il cacciatore più esigente: la Scozia è una delle mete più ambite.

0
Dimtur
Paesaggio scozzese
Dimtur

    Paesaggio scozzese

Trent’anni d’esperienza nel settore dei viaggi venatori non sono pochi per il tour operator Dimtur. L’agenzia bergamasca è tra i leader nell’organizzazione di viaggi di caccia e di pesca, ma è attiva anche nell’ambito di crociere e tour individuali o di gruppo.

Tra gli itinerari più battuti nell’ambito venatorio ci sono le steppe della Mongolia, le montagne del Kirghizistan e i deserti del Sudafrica. Non meno interessanti sono mete come la Svezia, l’Estonia e l’Irlanda. Tra queste non può mancare la Scozia terra in cui la fauna vive in perfetta armonia con la natura. 

Dimtur
Retriever al riporto di un’oca selvatica

Le paludi, le colline d’erica e i campi coltivati favoriscono la riproduzione della selvaggina. In inverno ci si può dedicare alla caccia alle oche e alle anatre. Nelle Highlands tra le colline e la fitta vegetazione sverna la Regina del bosco, preda ambita dai cacciatori e dai propri cani. Tra i dolci moor scozzesi, non è raro trovare i grouse, che dominano il territorio.

In questo periodo gli amanti dell’arte venatoria possono recarsi nelle pianure scozzesi per la caccia al colombaccio. Le aree sono aperte tra la primavera e la tarda estate. Sempre in questa stagione, fino all’autunno si può partecipare a battute di caccia al capriolo, cervo rosso e cervo sika. Mentre per il primo il miglior periodo è tra maggio e settembre, per gli altri due il momento favorevole è tra settembre e ottobre.

Dimtur
Un esemplare di cervo rosso in velluto

Il tour operator Dimtur assiste i cacciatori in ogni fase del viaggio, dall’arrivo in aeroporto garantendo l’assistenza per il check-in e il controllo armi, fino all’arrivo nei lodge gestiti da personale italiano. Una piccola attenzione per far sentire gli amici cacciatori a casa propria. L’agenzia, inoltre, durante il soggiorno provvede a organizzare le giornate di caccia con guide locali, integrate con colazioni al sacco.

Dimtur
Alcune fasi di caccia al colombaccio ausiliati da un bellissimo bracco tedesco

Per chi non vuole separarsi dal proprio cane, la Dimtur fornisce tutte le indicazioni e il proprio supporto, così da garantire il passaporto in piena regola per il proprio cane. Il documento ormai è indispensabile per viaggiare nella comunità europea e per quelli esenti dall’unione. In questo caso sono necessarie, oltre al tatuaggio e alle vaccinazioni, anche le titolazioni anticorporali da parte di un organismo riconosciuto dal MAF o altri possibili trattamenti. Durante il viaggio il fedele compagno verrà accudito garantendo soste per cibo e acqua. Il tour operator Dimtur è consapevole dell’importanza e del rapporto speciale tra i cacciatori e i loro amici a quattro zampe e fa di tutto per garantire il loro benessere.

5/5 (1)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here