FESTA DEL TARTUFO NERO CAMPOLI APPENNINO (FR)

0

25^ FESTA DEL TARTUFO NERO  – 07 -08 AGOSTO 2010

25^ FESTA DEL TARTUFO nero Estivo DI CAMPOLI APPENNINO “Città del Tartufo e dell’Orso”
(07 -08 AGOSTO 2010)
Per Informazioni:  tel. 3458163688 – 3458163689 fax 0776/885003
www.tartufodicampoli.it

REGOLAMENTO:

Articolo 1
Durata e orario
La manifestazione si svolgerà dalle ore 09:00 alle 23:00 dei giorni 07 e 08 agosto 2010

Articolo 2
Ingresso
L’ingresso ai locali è gratuito

Articolo 3
Domanda di partecipazione
La richiesta di partecipazione dovrà pervenire via fax, al numero 0776/885003 o presentata al
protocollo del Comune entro e non oltre il 07 LUGLIO 2010 (termine perentorio), completa in
ogni sua parte unitamente alla copia della ricevuta del versamento su bollettino postale di 150 € (per
ciascuna postazione occupata a prescindere se si è proprietari o meno della stessa) sul numero di
C/C 13095039 intestato a COMUNE DI CAMPOLI APPENNINO SERVIZIO DI TESORERIA
03030 CAMPOLI APPENNINO FR con causale PARTECIPAZIONE ALLA 25^ FESTA DEL
TARTUFO NERO ESTIVO.
( IMPORTANTE: il versamento di € 150 è da intendersi per sistemazione all’interno delle cantine o in
gazebo di proprietà del comune o degli espositori con misure fino a 16 mq. Per esigenze superiori il costo è
il seguente: oltre 16 mq fino a 20 mq (misura massima consentita) € 200

Articolo 4
Conferma di ammissione:
l’organizzazione si riserva il diritto, adducendo le opportune motivazioni, di non accettare, qualora lo
ritenga opportuno, la domanda di ammissione alla Manifestazione.
Il posteggio attribuito sarà valido solo per l’espositore a cui verrà assegnato.
In caso di constatata infrazione, gli organizzatori potranno estromettere le merci introdotte ed
esposte abusivamente a rischio e spese del titolare del posteggio.
Gli espositori partecipanti alla manifestazione non potranno ospitare, neppure a titolo gratuito, ditte o
articoli non compresi nell’elenco specifico della domanda di ammissione, o di cui l’ espositore non
è autorizzato alla vendita, così come è vietata ogni forma di richiamo pubblicitario fatto per conto di
altra ditta.
Il organizzazione si riserva il diritto di valutare e selezionare le richieste di partecipazione
concernenti la somministrazione di cibi e bevande, in ogni caso l’accoglimento della richiesta è
subordinato alla presentazione delle autorizzazioni previste dalla normativa vigente.

Articolo 5
Assegnazione posteggi:
1)L’assegnazione dei locali viene effettuata solo se gli espositori sono in regola con quanto disposto
dall’art. 3;
2)Ciascun espositore potrà vendere i propri prodotti in un solo punto del percorso fieristico;
3)Alle aziende campolesi che “lavorano” il tartufo sarà concessa la possibilità di occupare un
secondo spazio espositivo che potrà essere utilizzato come punto vendita e/o esposizione.
Gli organizzatori si riservano tuttavia la facoltà, per comprovate esigenze tecnico-organizzative
rispondenti all’interesse globale della manifestazione, o per causa di forza maggiore, di cambiare,
ridurre, modificare i locali assegnati, ciò senza diritto per l’ espositore ad indennità o risarcimenti per
qualsiasi motivo.
Salvo casi speciali gli spazi sono messi a disposizione delle ditte espositrici l giorno prima
dell’apertura della manifestazione, con l’obbligo per il partecipante di approntare il locale entro le
ore 08.00 del giorno 07/08/2010.
Gli allestitori potranno accedere alla fiera osservando gli orari prestabiliti. Nessuna deroga o proroga
potrà essere concessa salvo constatati casi di forza maggiore.
I locali che non venissero presi in possesso dai legittimi assegnatari almeno 2 ore prima dell’ora di
inaugurazione, si intenderanno abbandonati e messi a disposizione degli organizzatori, i quali
potranno destinarli ad altri espositori, senza rimborso alcuno degli importi all’inadempiente e con
diritto degli organizzatori di trattenere la quota di partecipazione versata anticipatamente.
I locali sono assegnati da un’apposito nucleo di valutazione presieduto da un rappresentante del
Comune di Campoli Appennino, ente organizzatore dell’evento.

Articolo 6
Partecipazione alla Festa:
la manifestazione è riservata a ditte, società, aziende, enti ed associazioni, produttori e/o distributori di
prodotti tipici. Gli stessi dichiarano di essere in regola e conformi alle normative vigenti in materia. In
merito l’organizzazione declina tutte le responsabilità conseguenti ad eventuali controlli da parte
degli organi preposti.

Articolo 7
Rinuncia alla partecipazione:
in caso di rinuncia dell’espositore a partecipare alla manifestazione, se la stessa sarà comunicata per
iscritto a mezzo raccomandata a.r. o via fax agli organizzatori entro il DECIMO giorno
(28/07/2010) precedente alla data fissata per l’inizio della manifestazione, sarà restituita la quota
partecipativa di cui all’art.3 del presente regolamento.

Articolo 8
Pulizia aree comuni:
gli organizzatori provvederanno a far eseguire il servizio di raccolta e sgombero rifiuti dalle aree di
passaggio e spazio comune.
Gli espositori hanno l’obbligo di tenere in ordine e ben curato il proprio spazio espositivo.

Articolo 9
Sgombero dei posteggi:
lo sgombero degli allestimenti e l’ asportazione dei materiali esposti dovranno iniziare al termine della
manifestazione e terminare entro le ore 12:00 del giorno successivo.

Articolo 10
Obblighi:
1) Gli espositori devono restare entro le linee di demarcazione dei posteggi, o nei locali loro assegnati.
2) Gli espositori sono responsabili di tutti i danni causati a terzi (persone o cose) da loro stessi, dai
prodotti esposti, dagli allestimenti, dalle costruzioni, dai montaggi pubblicitari, dai mezzi di trasporto
usati, dai macchinari in movimento o dal personale dipendente.
3) Gli espositori prendono in consegna i locali e relative chiavi, un pannello identificativo e gli
impianti effettuati per loro conto previo versamento di una cauzione di 15 € al momento della
consegna degli stessi; La restituzione delle chiavi e dei pannelli identificativi dovrà avvenire al
termine della manifestazione con conseguente restituzione della cauzione da parte del organizzazione.
4) Gli organizzatori non assumono nessuna responsabilità per danni e pregiudizi a persone o cose, da
chiunque e comunque provocati.
5) È fatto obbligo agli espositori di assicurarsi contro tutti i rischi (furto, incendio, responsabilità
civile verso terzi, danni vari, compresi quelli causati da intemperie, temporali, infiltrazioni d’acqua,
calamità naturali). In merito il organizzazione declina tutte le responsabilità.

Articolo 11.
Divieti:
l) È vietato accendere fuochi, introdurre materiale esplosivo, detonanti, illuminati o comunque
pericolosi negli spazi e, comunque, il organizzazione declina tutte le responsabilità conseguenti ad
eventuali incendi. È fatto obbligo agli espositori di usare materiali incombustibili o ignifugati.
2) Si fa divieto di appoggiare strutture o allacciature e materiale pubblicitario al di fuori del proprio
spazio e di introdurre materiale pericoloso.
3) È vietata la distribuzione di volantini pubblicitari a stampa, di campioni, di articoli promozionali e
similari all’interno della Festa o quantomeno nelle immediate vicinanze.
4) È vietato l’accantonamento di materiali al di fuori del proprio spazio.
5) È vietata la propaganda e i giudizi che possono risultare critici ed offensivi ad istituzioni politiche e
sociali.
6) È vietata la permanenza di persone, anche dipendenti, dopo la chiusura serale negli spazi assegnato
e nello spazio fieristico.
7) È vietata la circolazione e la sosta nello spazio fieristico di veicoli di qualsiasi genere, ad eccezione
di quelli espressamente autorizzati nei limiti delle apposite disposizioni fornite al momento dagli
organizzatori.
8) È vietato smontare o rimuovere le merci esposte prima dell’ora di chiusura della manifestazione e
deteriorare o, comunque, manomettere i materiali, i servizi e le infrastrutture fornite dagli
organizzatori.
9) È vietato effettuare lavori nello spazio espositivo durante le ore di apertura al pubblico.

Articolo 12
Norme integrative e modifiche del regolamento:
con l’iscrizione l’espositore si impegna ad osservare le norme e i divieti del presente regolamento,
nonché tutte le prescrizioni integrative che saranno adottate dagli organizzatori nell’ interesse della
manifestazione, qualora il presente regolamento non venga rispettato il organizzazione si riserva il
diritto di escludere per le successive manifestazioni i trasgressori.

Articolo 13
Controversie:
Per qualunque Controversia il Foro Competente è Cassino.

fonte: www.tartufodicampoli.it

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here