Il Comune di Porto Venere (SP) autorizza l’abbattimento dei cinghiali

Tra le altre previsioni, il primo cittadino ha ufficializzato il divieto di dare cibo e scarti alimentari ai selvatici.

0
Varese

Abbattimento dei cinghialiMatteo Cozzani, sindaco del Comune di Porto Venere (La Spezia), ha firmato l’ordinanza che autorizza l’abbattimento dei cinghiali in tutto il territorio. Il centro abitato è infatti interessato da avvistamenti continui di questi ungulati, anche di grandi dimensioni. La popolazione di selvatici sta causando problemi di non poco conto. I danni alle proprietà private sono numerosi, come anche le distruzioni di coltivazioni, giardini, prati e altro ancora.

I prelievi verranno affidati a dei coadiutori incaricati di controllare il numero nel parco naturale regionale. Inoltre, il coordinamento delle operazioni verrà gestito dal personale ex polizia provinciale Sezione Faunistica. L’obiettivo è quello di proteggere il più possibile i residenti, dato che diversi avvistamenti si riferiscono alle zone in cui i turisti lasciano parcheggiate le loro macchine per raggiungere il borgo ligure.

Nell’ordinanza si leggono comunque altri particolari. Il primo cittadino ha ufficializzato il divieto di dare cibo e scarti alimentari ai selvatici, senza dimenticare l’obbligo di mantenere puliti i terreni dalla vegetazione infestante che deve essere rispettato da abitanti e proprietari i terreni. I vigili opereranno insieme al Nucleo di Vigilanza Faunistica della Regione Liguria, stabilendo in modo preciso quali sono le aree in cui effettuare il contenimento degli ungulati. Le sanzioni pecuniarie vanno da 25 a 500 euro.

4.4/5 (10)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here