La CCT chiede alla Regione Toscana risposte urgenti su controllo faunistico e selezione

Si tratta della possibilità di estendere ai cacciatori abilitati, le operazioni di controllo faunistico (Art. 37 L.R. 3/94) su alcune popolazioni selvatiche.

0
Avifauna

CCTIn attesa di definire alcuni aspetti introdotti dall’ordinanza numero 50 approvata ieri inerenti le disposizioni sulla manutenzione degli appostamenti fissi questa mattina la presidenza della CCT è tornata a sollecitare il Governatore Rossi per l’estensione ai cacciatori abilitati delle attività di contenimento faunistico Art 37 L.R. 3/94 Toscana e per la riapertura della caccia di selezione. In particolare c’è una lettera inviata con la richiesta di urgenti provvedimenti per la salvaguardia delle coltivazioni agricole e per dare un segnale importante alla gestione faunistica e all’attività degli ATC.

Ecco uno dei passaggi più importanti della lettera: “Ci riferiamo in particolare alla possibilità di estendere ai cacciatori abilitati, le operazioni di controllo faunistico (Art. 37 L.R. 3/94) su alcune popolazioni selvatiche che in questo momento, stanno provocando seri danni alle coltivazioni agricole di qualità con gravi conseguenze per il comparto e per le produzioni di eccellenza del territorio toscano. Ad oggi, infatti, a seguito di una precedente sua ordinanza, tali attività possono essere svolte solamente dagli Agenti di vigilanza e dalle Guardie Venatorie Volontarie di cui all’art. 51 LR 3/94.

Questa nostra richiesta si aggiunge a quella presentata anche nei giorni scorsi da tutte le principali Organizzazioni Agricole regionali e dal Coordinamento degli ATC Toscani. Estendendo ai cacciatori abilitati gli interventi di controllo e con essi anche la riapertura delle forme di caccia consentite in forma singola dalla nostra normativa regionale (caccia di selezione Cervidi, Bovidi e Cinghiale), sarà possibile il raggiungimento di risultati gestionali importanti non solo per il mondo agricolo ma anche per i bilanci degli ATC, salvaguardando le risorse destinate al risarcimento dei danni da fauna selvatica”.

4.33/5 (6)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here