La Marina degli Stati Uniti dice addio alle pistole Beretta e si affida a SIG Sauer

La forza armata ha deciso di sottoscrivere un nuovo contratto: la novità riguarda l'M9 (variante della Beretta 92F).

0
Pistole Beretta

Pistole BerettaLa US Navy, la Marina Militare degli Stati Uniti ha deciso di cambiare le proprie armi in dotazione, rinunciando a quelle messe a disposizione finora da Beretta. La forza armata ha detto addio a Beretta, nello specifico all’M9 (variante della Beretta 92F), e all’M11, pistola fabbricata da SIG Sauer. Quest’ultima azienda continuerà comunque a fornire le nuove armi, vale a dire M17 e M18.

Secondo quanto riferito dal portavoce della Marina, Ben Anderson, il contratto è già stato sottoscritto e le spedizioni verranno garantite nell’anno fiscale 2019. Si sta parlando di 60mila pistole, pensate per rispettare la versione ridotta del Modular Handgun System dell’Esercito a stelle e strisce. La nuova M18 è destinata a rimpiazzare entrambe le armi usate, ma non è chiaro se la stessa sorte toccherà alle forze navali speciali.

Ad esempio, queste unità utilizzano pistole Mk23 e Mk24 che vengono fabbricate da Heckler & Koch, senza dimeticare l’Mk25, versione “marinara” della P226 di Sig Sauer. Per il momento tutti questi modelli dovrebbero “sopravvivere”, a meno che non ci sia un altro annuncio ufficiale da parte della US Navy. Nelle prossime settimane ci saranno molto probabilmente nuovi aggiornamenti in merito.

5/5 (1)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here