La Provincia di Alessandria rinnova fino al 2023 il piano di eradicazione della minilepre

L'obiettivo è quello di abbattere tutti gli esemplari di questa specie, dannosa per le colture agricole e altri animali.

0
Articolo 37

Eradicazione della minilepreLa Provincia di Alessandria ha ufficializzato in queste ultime ore il piano per l’eradicazione completa della specie minilepre in questa zona del Piemonte. Gli animali in questione sono originari del Nord America e arrecano solitamente molti danni a diverse colture agricole, per non parlare delle conseguenze negative per altre specie selvatiche. Il nome alternativo è quello di silvilago, mentre si chiama nel modo con cui è maggiormente ricordata per le somiglianze con la lepre e le dimensioni ridotte.

Il piano provinciale è stato rinnovato fino al 2023, dunque per i prossimi quattro anni sarà necessario abbattere tutti gli esemplari presenti. Ecco perchè l’ente locale ha voluto precisare che non si tratta assolutamente di un contenimento ma di una eradicazione. La Lega per l’Abolizione della Caccia (LAC) si è fatta sentire a tal proposito. L’associazione è pronta a fare ricorso, ricordando lo stesso provvedimento adottato per i cinghiali.

La specie è comunque in sovrannumero nell’Alessandrino e la Provincia si è vista costretta a prolungare il piano. Gli abbattimenti di cui si sta parlando avranno luogo in apposite zone di ripopolamento, oltre ai territori delle aziende faunistico venatorie. Non va nemmeno dimenticato che gli operatori abilitati entreranno in azione seguendo le prescrizioni dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA).

5/5 (5)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here