Zona umida dei Pantani della Sicilia sud-orientale. Soppressa riserva naturale

0

Riserva naturale dei Pantani: Il Tar Catania con sentenza definitiva annulla il decreto istitutivo della Riserva, sostenendo nelle motivazioni l’impostazione internazionale per la gestione e conservazione delle zone umide ovvero il coinvolgimento delle popolazioni locali e l’uso sostenibile delle risorse.

In data 19 maggio 2015 è finalmente stata emessa la sentenza del Tar Catania che accoglie il pronunciamento della Corte Costituzionale sulla vicenda della Riserva dei Pantani della Sicilia Sud Orientale. A seguito del ricorso dell’ I.g.p. Pachino, il Tar aveva richiesto un parere alla Corte Costituzionale sulla legittimità delle legge siciliana sui Parchi e le Riserve naturali, in cui la suprema corte aveva stabilito che la legge in questione è incostituzionale in varie parti. Come atteso il Tar ha quindi accolto il ricorso iniziale disponendo l’annullamento del Decreto del 2010 che aveva istituito la Riserva senza il necessario coinvolgimento degli Enti e delle Associazioni locali.

 

Una nuova fase si apre quindi per le comunità del territorio in oggetto, in particolare agricoltori, cacciatori e pescatori, per mantenere e svolgere un esercizio equilibrato delle loro attività. Le motivazioni dell’accoglimento del ricorso sostengono l’impostazione internazionale per la gestione e conservazione delle zone umide, ovvero il coinvolgimento delle popolazioni locali e l’uso sostenibile delle risorse.

L’Ufficio Avifauna Migratoria Federcaccia insieme all’Associazione SOS Pantani promuoverà un progetto di gestione integrata di tutta l’area Natura 2000 “Pantani della Sicilia Sud Orientale” dove coesistano la tutela e la conservazione dell’avifauna e degli ambienti naturali con una attività venatoria, alieutica e agricola compatibili con le esigenze di conservazione. L’Ufficio Avifauna Migratoria ringrazia pubblicamente l’avvocato Giuseppe Gambuzza per il successo ottenuto grazie alla sua intuizione giuridica. Aggiorneremo periodicamente gli sviluppi di questa vicenda.

Roma 21 maggio 2015
Ufficio Avifauna Migratoria FIdC

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here