2° Campionato Amatoriale su Beccacce, da Federcaccia il 18 Marzo 2012 a Citta di Castello (PG)

0

Pointer in fermaA marzo torna il Campionato Amatoriale su Beccacce giunto alla sua seconda edizione ed organizzato da Federcaccia per cani da ferma italiani, esteri e inglesi.

La Federazione Italiana della Caccia organizza il II Campionato amatoriale su beccacce senza abbattimento per cani da ferma continentali italiani, continentali esteri e inglesi. La prova unica si svolgerà domenica 18 marzo a Città di Castello (PG), Zona demaniale S. Zino, ed è riservata agli iscritti Federcaccia.

Al primo classificato di ogni categoria verrà assegnato il titolo di Campione Italiano Federcaccia di caccia a beccacce 2012. Premi anche ai primi tre classificati delle diverse categorie previste.

La Scheda individuale di iscrizione da far pervenire alla Segreteria organizzativa entro e non oltre il 12 marzo.Il raduno è previsto per le ore 5.30 presso il parcheggio del Bar Ansa del Tevere, la quota di partecipazione per ogni cane è di 20 Euro da versare il giorno del raduno alla segreteria organizzativa.

Saranno premiati i primi tre classificati di ogni categoria Continentali Italiani, Continentali Esteri e Inglesi; al primo classificato di ogni categoria verrà assegnato il titolo di “Campione Italiano Federcaccia di  Caccia a Beccacce 2012”. Possono prendere parte alla gara tutti i cacciatori titolari dei seguenti documenti in corso di validità: porto di fucile, licenza di caccia, tessera associativa/assicurativa della FIdC, libretto delle qualifiche del cane rilasciato dalla Federcaccia.

I giovani di età inferiore ai 18 anni, non in possesso della licenza di caccia possono partecipare se muniti di tessera amatoriale della FIdC. Ciascun partecipante potrà iscrivere un numero massimo di due cani appartenenti ad un’unica categoria (continentali italiani, continentali esteri o inglesi). Le prove si svolgeranno secondo le norme regolamentari riportate nel presente avviso. Vige il Regolamento Coppa Italia amatoriale per cani da ferma Federcaccia.

Selvaggina valida: Esclusivamente la beccaccia. Il comportamento dei cani sulle altre specie di selvaggina verrà considerato solo per valutare la correttezza ed il grado di addestramento.

Terreni: Caratterizzati dallo specifico habitat della beccaccia e comunque in grado di consentire un apprezzamento sostanziale del lavoro del cane.

Turni: Turni in coppia per tutte le razze da ferma. La durata del turno è a discrezione del giudice, non sarà comunque inferiore ai 15 minuti.

Prestazioni: La cerca del cane dovrà adattarsi necessariamente alla speciale natura e alla configurazione del terreno da esplorare. L’esperienza su come affrontare il terreno adeguandovi il percorso e su dove cercare il selvatico è un fondamentale requisito del lavoro del cane da beccacce. L’autonomia della cerca è dote primaria purché non degeneri in indipendenza incontrollata. Svolgendosi la cerca in terreni solitamente coperti e boscosi assume particolare valore il collegamento del cane con il proprio conduttore e la cerca dovrà consentire una esplorazione metodica. Ai cani deve essere applicato il campano da bosco unitamente al beeper posizionato nella funzione di segnalatore di ferma. Al frullo e allo sparo il soggetto dovrà farsi recuperare dal conduttore entro ragionevole lasso di tempo purché non superiore al minuto.

Cause di eliminazione: Sfrullo dopo il primo minuto. Inseguimento a fondo di animali da pelo e da penna con evidente perdita del controllo. Cerca apatica. Mancato consenso.

Criteri di giudizio: Trattandosi di prove in ambienti e su selvaggina particolare il giudice dovrà tenere nel massimo conto le speciali attitudini e l’esperienza del cane per la specifica selvaggina.

Classifica: Nel caso in cui le prove di campionato si articolino in più batterie, la classifica finale verrà effettuata sulla base dei risultati di un barrage a cui verranno ammessi i cani che avranno conseguito la qualifica di 1°ECC in ogni batteria. Nell’eventualità che non venga assegnata la qualifica di ECC in nessuna batteria, il barrage verrà svolto fra i cani che avranno conseguito la qualifica di 1°MB.

Il barrage sarà giudicato da una terna giudicante indicata preventivamente. Nel corso del barrage è indispensabile che il cane fornisca una prestazione di livello adeguato anche se in tale turno non abbia occasione di incontro e dimostri corrispondenza allo standard di razza.

La durata del turno di barrage è a discrezione della terna giudicante. Norma finale: L’organizzazione si riserva il diritto di modificare il presente programma a suo insindacabile giudizio per garantire nel migliore dei modi il regolare svolgimento del Campionato.

Ai concorrenti che volessero pernottare nelle vicinanze delle zone in cui si svolgerà il campionato l’Organizzazione fornisce indicazioni in merito a strutture convenzionate.

Per informazioni: Federcaccia

 

Le manifestazioni potrebbero subire cambiamenti, pertanto si consiglia di verificare l’evento contattando direttamente gli enti organizzatori. Caccia Passione non è responsabile di eventuali modifiche delle date dei singoli eventi.

 

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here