Aggressione alla Fiera di Casazza, animalista condannato per lesioni

Nel luglio 2016 durante la fiera degli uccelli di Casazza D.L.R. aveva colpito in testa con uno zaino contenente un megafono M.B.

0
Casazza

CasazzaNel luglio 2016 durante la fiera degli uccelli di Casazza D.L.R. aveva colpito in testa con uno zaino contenente un megafono M.B., provocandogli un trauma cranico: M.B. era peraltro intervenuto per cercare di calmare gli animi, mentre a terra c’era uno dei Giudici della manifestazione. Fortunatamente i componenti del gruppo di animalisti erano stati poi identificati dai Carabinieri.

Oggi l’ultimo atto del processo: dopo aver sentito le testimonianze – confuse e contraddittorie –degli altri animalisti intervenuti alla manifestazione del 2016 (e che hanno provato a passare per vittime e giocare la carta della difesa personale), l’aggressore è stato condannato per lesioni personali, oltre che al risarcimento del danno patito dalla persona offesa e al pagamento delle spese legali da questa sostenute.

Durante il processo l’imputato non si è mai presentato in aula, nemmeno oggi, giorno in cui doveva essere sentito dal Giudice e pur presenti i suoi “colleghi”. Ci auguriamo che questa condanna, dei cui effetti reali l’imputato si accorgerà indipendentemente dalla misura della pena, possa servire quale lezione a chi crede di essere legittimato ad usare la violenza e la prevaricazione per far valere i suoi – discutibili – ideali contro la caccia e i cacciatori.

4.79/5 (24)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here