Caccia e Tradizioni: Fucecchio, cacciatori e proprietari terrieri del Padule insieme

0

Il Padule di Fucecchio - Associazione - Tradizioni e TerritorioCaccia e Tradizioni: Fucecchio, cacciatori e proprietari dei terreni del Padule riuniti nell’Associazione “Il Padule” per recuperare le tradizioni e valorizzare il territorio.

Sono sempre più numerose le associazioni di volontariato che operano nel campo della riscoperta delle tradizioni e dei territori. A Fucecchio si è recentemente segnalata per l’impegno dei propri volontari, e per alcune significative iniziative, l’Associazione “Il Padule”. Si tratta di un gruppo di cacciatori e di proprietari di terreni del Padule di Fucecchio che, con spirito volontaristico, sono impegnati nel recupero delle tradizioni e nella promozione di un territorio unico per peculiarità ambientali. Ed è proprio il versante fucecchiese del padule che l’associazione presieduta da Paolo Pellegrini intende promuovere. “Quest’area – dice il presidente – non ha niente da invidiare al versante pistoiese dell’area umida. Merita di essere valorizzata molto di più rispetto a quanto fatto fino ad oggi. Ambiente, cultura e tradizioni rappresentano un patrimonio unico che può fare da volano anche per l’eco-turismo.Nella nostra zona, nelle campagne circostanti Massarella, sono presenti agriturismi, aziende agricole e strutture ricettive che hanno le potenzialità per far crescere il turismo ambientale di Fucecchio. Di queste potenzialità ne abbiamo avuto riprova anche recentemente con l’escursione che abbiamo organizzato insieme agli amici del CAI e della Contrada Massarella”.

“Abbiamo avuto una grandissima partecipazione – spiega il presidente – con apprezzamenti sia per le bellezze naturalistiche che per l’opera dei “vecchi” padulanti che hanno messo in mostra  la loro sapienza e la loro manualità nella realizzazione di alcuni oggetti con le erbe palustri e nella realizzazione della reti per la pesca. I nostri volontari, con i loro barchini, hanno poi condotto i visitatori nel cuore del Padule, con grande maestria e nella massima sicurezza. L’escursione organizzata insieme al CAI è stata tra l’altro anche la dimostrazione che la sinergia tra diverse associazioni può portare a risultati di rilievo. “Crediamo fortemente nella collaborazione con gli altri e pensiamo che associazioni e istituzioni insieme possano dare la spinta decisiva per far si che questo territorio possa “decollare” sfruttando appieno le proprie potenzialità”.

Le iniziative, anche grazie all’arrivo della primavera, proseguono: per il 25 aprile l’associazione “Il Padule” ha in programma una giornata dedicata alla memoria con la riscoperta dei cippi dedicati alle persone che persero la vita nell’Eccidio del Padule di Fucecchio. Una tragedia mai dimenticata in queste terre dove, nel 1944, l’esercito tedesco si macchiò della strage di 175 persone, in gran parte donne e bambini. “In accordo con gli eredi delle persone scomparse – spiega Pellegrini – abbiamo deciso di recuperare alcuni dei cippi che sono presenti sul territorio a memoria di quei tragici fatti. Credo tenere in vita la memoria sia un modo utile per festeggiare il 25 aprile, per non dimenticare quei terribili fatti”.

Associazione ‘Il Padule’ – Fucecchio

 

( 16 aprile 2014 )

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here