Cacciare a Palla – Agosto 2010

0

Nel numero di AGOSTO 2010

IN COPERTINA: Capriolo: riconoscimento delle classi

RUBRICHE
Editoriale: Caprioli e segugi: da Siena ancora un no irremovibile, la redazione
La posta dei lettori
News
– Attualità
Le vostre foto

PER SAPERNE DI PIU’
Capriolo: il riconoscimento delle classi
di Giovanni Giuliani

GESTIONE FAUNISTICA
A caccia con le reti
di Alessandro Semplici

Stime numeriche delle popolazioni, operazioni di cattura, miglioramenti ambientali: sono molte le attività di utilità sociale normalmente svolte dai cacciatori di selezione in tutta Italia

LE ATTIVITA’ GESTIONALI IN UN COMPRENSORIO ALPINO
Agosto: sentori di autunno
di Davide Pittavino, tecnico faunistico

Nonostante agosto sia il mese che per eccellenza viene dedicato alle ferie, in montagna l’estate ha ormai esaurito la sua riserva di calore e la natura sta lentamente cambiando abito, trasformando boschi e pascoli con specie vegetali caratteristiche di questo periodo

EVENTI
Cacciatori valdostani in festa

di Elena Michiardi, tecnico faunistico

CACCIA E CULTURA
Comunicare in modo efficace: conoscere e conoscersi
di Franco Perco, presidente onorario dell’Associazione Italiana per la Gestione Faunistica (prima parte)

CURIOSITA’
Loden: tra passato e futuro

di Guenther Mittenzwei

Troppo spesso, nel nostro Paese, chi veste in loden è, a torto, subito etichettato. In realtà si tratta, molto più semplicemente, dell’utilizzo di un tessuto realizzato con lana di pecora che, molto probabilmente, era già conosciuto al vecchio Ötzi, l’uomo del Similaun (frozen Fritz per gli anglofoni), cacciatore e pastore di cinquemila anni fa, trovato mummificato da dei turisti in un ghiacciaio, lungo il confine tra l’Austria e l’Italia. Una soluzione “antica” che ancora oggi rappresenta la scelta di molti fruitori della montagna e di Hubert Mueller-Bauer che, a Monaco di Baviera, ha aperto un atelier specializzato in capi in lana

L’ANGOLO DEL VETERINARIO
Ar-rabbia-ti

di Ezio Ferroglio

La rabbia è una delle malattie più antiche e probabilmente la più temuta per la sintomatologia “straziante” che presentano i soggetti colpiti. Tuttavia, nonostante sia una malattia conosciuta da secoli e molto studiata, ancora oggi non esiste una vera cura per la rabbia e solo con la vaccinazione si può pensare di proteggere la salute umana

PER SAPERNE DI PIU’
I sovrappassi
di Ivano Confortini, biologo responsabile del servizio Caccia e Pesca della Provincia di Verona

Con il presente servizio proseguiamo nella descrizione di misure e interventi da attuare sulle reti di comunicazione, al fine della prevenzioni degli incidenti stradali causati dagli ungulati. Esaminiamo questa volta i sovrappassi, che vanno quindi ad aggiungersi alle recinzioni e ai sottopassi, descritti nel precedente numero di Cacciare a Palla

NOTIZIE DALL’URCA
Ritorno alle origini

di Giampaolo Benvenuti

L’INTERVISTA
La parola a Gianpaolo Sassudelli

a cura di Ettore Zanon

Gianpaolo Sassudelli è il nuovo presidente dell’Associazione Cacciatori Trentini. L’elezione di Sassudelli indica la voglia di voltare pagina all’interno dell’ACT, dopo 15 anni di gestione Flaim. Direttamente dalle parole del neo presidente, vediamo quali saranno i primi passi della nuova gestione

ACCADEMIA SANT’UBERTO
La “questione caccia”

a cura di Fausto Bongiorni

E’ così stato costituito il Coordinamento Permanente tra Urca Arezzo, Urca Siena, Urca Toscana, Urca Cremona, la nascitura Urca Lodi, Urca Lombardia e Urca Piemonte. Il comitato ha assunto quali primi impegni quelli di organizzare convegni, dibattiti e parteciparvi, stimolare Urca Nazionale a rinvigorire il patto associativo e il relativo originario spirito tra gli aderenti e concorrere a presidiare in ogni pertinente sede l’osservanza del Manifesto dell’Urca

EVENTI
Con Bushnell a Chambord

di Danilo Liboi

Per presentare le proprie novità ottiche e opto-elettroniche alla stampa internazionale la Bushnell ha scelto una location davvero d’eccezione: la tenuta di Chambord, nella valle della Loira, fulgido esempio di corretta gestione delle risorse faunistico-ambientali; in una tre giorni organizzata in modo impeccabile, i giornalisti convenuti da tutta Europa hanno avuto modo, oltre che di testare sul campo i prodotti, di avere una conferma della rilevanza internazionale del gruppo Bushnell, distribuito in Italia da Bignami

ARMI
La lunga attesa: stright pull Blaser R8

di Fabio Ferrari

E’ una delle grandi novità 2010 nelle campo delle armi per uso venatorio. Presentata lo scorso gennaio, è in vendita in gran parte del mondo e sta arrivando anche nelle nostre armerie, dopo la lunga attesa per la catalogazione

CALIBRI
6×62(R) Frères: piccolo, grande cacciatore

di Sergio Facchini (prima parte)

Intorno al 1978, nella sezione studi e progettazioni della Deutschen Waffen und Munitionsfabriken AG di Karlsruhe (D.W.M.), l’equipe guidata dall’allora direttore ing. Guenter Frères, già padre del 5,6×50 R Magnum, nato nel 1968-69, iniziò lo studio di un nuovo 6 mm ad alte prestazioni, basandosi sul bossolo del 9,3×62. Questo nuovo calibro prese il nome di 6×62 Frères e fu sviluppato per colmare la lacuna tra le prestazioni del 5,6×57 della RWS e quelle del Mauser 6,5×57, dando vita ad un vero 6 mm teso, potente e versatile per la caccia alpina di camosci e caprioli

UNA CARTUCCIA AL MESE
RWS Kegelspitz 6,5×65 R

di Danilo Vendrame

IN PRIMO PIANO
Le cose giuste al momento giusto

di Ettore Zanon

Gestire la propria arma nel modo corretto. Fare attenzione al vento, muoversi con efficacia, preparasi al tiro improvviso e dinamico della cerca. Vediamo come
Organo ufficiale S.C.I. Italian Chapter
S.C.I.: XXV Convention dell’Italian Chapter
di Antonio Evangelisti

La 25° Convention del Safari Club International Italian Chapter si è tenuta a Firenze dal 3 al 6 giugno 2010. La scelta di questa meravigliosa città non è stata casuale: proprio a Firenze, infatti, nel 1985 una decina di soci fondatori dettero vita all’Italian Chapter. Essi sposarono i nobili ideali del S.C.I., rivolti a una caccia etica e sostenibile e soprattutto alla conservazione e alla salvaguardia ambientale, creando così una nuova costola di un club che iniziava ad avere un’espansione internazionale al di fuori degli Stati Uniti

CACCIA IN AFRICA
Trenta chilometri per un impala

di Gianni Olivo

Per chi caccia abitualmente in Africa, l’impala è certamente una delle antilopi più frequentemente incontrate e cacciate e verrebbe la tentazione di paragonarla a quello che può essere il fagiano per un cacciatore da piuma. Quello che potrebbe parere strano è, invece, il partire per andare a cacciare un singolo impala in una zona lontana, lasciando la propria area dove queste antilopi non mancano. Ed è proprio quello che l’autore ci sta per raccontare…

PILLOLE D’AFRICA
Sessuologia

di Gianni Olivo

Le strategie adottate in natura per la perpetuazione della specie sono sovente diversissime da specie a specie e a volte un po’ strane, almeno all’apparenza: come dire che in fatto di sesso i gusti sono gusti. A parte certe abitudini sessuali presenti in animali che non appartengono ai mammiferi, abitudini che paiono sconfinare, per chi non si occupa di zoologia, nel sado-maso o per lo meno nel bizzarro, pure tra i mammiferi non mancano le curiosità e soprattutto le diversità

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here