FACE, i giovani cacciatori sono fondamentali per la biodiversità europea

La conferenza che si è tenuta in questi giorni al Parlamento Europeo ha enfatizzato il ruolo delle nuove generazioni.

0
Giovani cacciatori

Giovani cacciatoriLa caccia sostenibile è fondamentale per la conservazione della biodiversità europea: è questo uno dei messaggi lanciati da Karmenu Vella, commissario europeo all’Ambiente, nel corso della conferenza dedicata ai giovani cacciatori lo scorso 6 settembre a Bruxelles. L’evento è stato sfruttato proprio per dimostrare come i 7 milioni di cacciatori del vecchio continente contribuiscano a raggiungere gli obiettivi della strategia per la biodiversità.

In particolare, Janneke Eigeman, capo-ufficio stampa della Royal Dutch Hunting Association, ha parlato dei giovani, ricordando come nei Paesi Bassi circa il 50% delle persone ottenga il permesso di caccia quando sono ragazzi. Per promuovere l’attività venatoria tra le nuove generazioni, inoltre, bisogna collegare le esperienze dei cacciatori più “anziani” con quelle dei giovani. Non è mancato un riferimento al ruolo della nuova tecnologia come una potenziale opportunità per costruire network per i giovani cacciatori.

Austin Weldon del Game and Wildlife Conservation Trust ha dimostrato il positivo contributo della caccia e degli abbattimenti nel Regno Unito per la conservazione della natura: GWCT sta fornendo le giuste opportunità ai giovani, messi in grado di apprendere e sviluppare la passione per l’attività venatoria. La conferenza è stata organizzata dalla FACE in concomitanza con il quarantesimo anniversario.

5/5 (1)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here