Federcaccia Piemonte, fauna e strade: un invito alla prudenza

Prudenza va portata nei prossimi giorni allorché la specie cinghiale vedrà l'inizio di un naturale collettivo ciclo di frenesia riproduttiva.

0
Cassazione

PiemonteCome Federcaccia Piemonte riteniamo opportuno fornire a tutti i Cittadini Piemontesi una corretta informazione inerente le problematiche, anche gravi, riguardanti gli incidenti stradali che si stanno sempre più verificando causa l’attraversamento di fauna selvatica, ed in particolar modo cinghiali, sulla rete autostradale e lungo tutte le vie di comunicazioni della nostra Regione. Al di là di ogni considerazione teorica, analisi della ricerca del perché o del percome, come Federcaccia intendiamo porre alla pubblica attenzione l’evidenza di un fenomeno in progressiva crescita dovuta da una attualmente esponenziale e incontrollabile proliferazione di detta specie pur con i mezzi e gli strumenti di contenimento e controllo ecologici e non adottati e attualmente consentiti sull’intero territorio agro-silvo-pastorale della Ns. Regione.

A maggior presenza corrispondono oggi, e sicuramente ancor di più in futuro, direttamente maggiori probabilità che i veicoli in circolazione possano essere incidentalmente coinvolti in collisioni anche con serie conseguenze. Invitiamo pertanto i Cittadini, in particolare i giovani come soggetti più a rischio per ovvie motivazioni, di prestare massima attenzione al problema e moderare sensibilmente la velocità di guida sempre sulla rete stradale extraurbana e autostradale.

Particolarissima prudenza va portata nei prossimi giorni allorché la specie cinghiale vedrà l’inizio di un naturale collettivo ciclo di frenesia riproduttiva con il verificarsi dell’estro dei soggetti di sesso femminile, che sarà inevitabilmente causa di maggiori movimentazioni e possibilità di incontro lungo le vie di comunicazione di esemplari di ambo i sessi. Pertanto l’invito alla prudenza e di non sottovalutazione del problema è dovuto verso la Cittadinanza come atto di sensibilizzazione mirato esclusivamente alla tutela materiale e fisica di tutti i Piemontesi.

5/5 (1)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here