Federcaccia Pordenone avvia un progetto per studiare la migrazione della beccaccia

La sezione provinciale catturerà un esemplare per applicare un trasmettitore satellitare in grado di approfondire la biologia della specie.

0
Telemetria satellitare

Migrazione della beccacciaLa sezione provinciale di Pordenone della Federazione Italiana della Caccia ha avviato una ricerca scientifica piuttosto importante tramite la partecipazione al progetto dell’Ufficio Avifauna Migratoria. L’associazione ha infatti acquisito un trasmettitore satellitare da applicare a una beccaccia che sarà catturata nel territorio del comune friulano durante la migrazione della specie. Tutto avverrà nel pieno rispetto della legge e del benessere animale.

Come è noto, questo volatile si trova nel nostro paese nel periodo compreso tra ottobre e marzo e si nutre soprattutto di lombrichi e larve. La beccaccia col radiotrasmettitore si chiamerà “Concordia” e, una volta liberata, permetterà di capire gli esatti spostamenti in tempo reale, fornendo dati scientifici di grande importanza per approfondire la sua biologia, attualmente poco conosciuta.

Come sottolineato da Federcaccia Pordenone, inoltre, i continui cambiamenti del clima stanno condizionando e non poco la migrazione di molte specie. Il progetto è finalizzato alla salvaguardia della beccaccia e si attendono già i primi risultati per stilare un bilancio provvisorio.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here