Federcaccia Sicilia, prende il via il progetto di gestione della lepre italica

Una delle caratteristiche fondamentali di questa iniziativa è il coinvolgimento diretto dei cacciatori presenti nell'isola.

0

Gestione della lepre italicaIl parere positivo fornito dall’ISPRA e quello rilasciato dalla Regione Sicilia hanno permesso a un interessante progetto dell’Ufficio Fauna Stanziale della Federcaccia di prendere il via. Si tratta di “Verso il prelievo venatorio sostenibile della lepre italica (Lepus Corsicanus) in Sicilia: buone pratiche e azioni di monitoraggio”. L’iniziativa della sezione isola dell’associazione venatoria è incentrato sulla gestione di questa specie nel territorio siciliano con un coinvolgimento diretto dei cacciatori nelle varie fasi che servono per la realizzazione.

Il progetto è stato reso noto tre mesi fa e ha incuriosito il Dipartimento Gestione Faunistica del Territorio, secondo cui i referenti scientifici e tecnici sono stati professionali: la gestione, inoltre, è stata giudicata un punto di riferimento molto valido anche per altre specie in Sicilia, coturnice in primis. Le ripartizioni faunistico-venatorie sono ora completamente disponibili e collaboreranno in maniera attiva. La Federazione si occuperà della formazione dei cacciatori, da selezionare tramite un avviso pubblico.

Ma quali sono gli obiettivi da raggiungere nello specifico? Si tratta di monitorare annualmente le popolazioni, ma anche di formare gruppi di volontariato per la raccolta di dati e campioni e di sensibilizzare e coinvolgere i cacciatori. Ogni cacciatore potrà presentare la domanda alla Regione per l’adesione al progetto, ma soltanto un numero limitato verrà coinvolto, aumentando il totale in base ai risultati conseguiti.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here