Friuli, in calo il numero di caprioli: la Riserva di Venzone blocca la caccia

Lo stop riguarda i caprioli femmina: la riserva di caccia ha preso una drastica decisione e si punta il dito contro i bracconieri.

0

La Riserva di Venzone blocca la cacciaL’assemblea della Riserva di Caccia di Venzone, in provincia di Udine, ha deciso per la prima volta in assoluto di bloccare la caccia ai caprioli femmina. Il motivo è presto detto: in questa parte del Friuli Venezia Giulia gli ungulati sono in deciso calo, quindi si rinuncia a sparare pur di tutelare i cacciatori onesti. La scarsa presenza di selvatici potrebbe infatti essere stata favorita anche dal bracconaggio.

La data effettiva di chiusura per i caprioli femmina sarebbe stata il prossimo 15 gennaio: secondo il direttore della Riserva, Valerio Pituelli, si è riusciti ad abbattere soltanto l’80% dei capi assegnati (32 maschi e 32 femmine), un dato in controtendenza rispetto a quanto avvenuto in passato. Una delle zone in cui il calo è stato più evidente è senza dubbio la piana del Tagliamento, con un solo esemplare abbattuto (in una stagione se ne sono sempre abbattuti 7-8).

I cacciatori hanno dunque preferito fare il punto della situazione e non danneggiare ulteriormente la specie. Non sono esclusi danni e cali simili anche per quel che riguarda i camosci e i cervi, ma in questo caso la valutazione non è semplice. Qualche mese fa ci fu proprio la scoperta di una organizzazione di bracconieri che smerciava la carne degli ungulati e trafficava armi illegali, nello specifico tra Pontebba e la stessa Venzone.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here