I cacciatori altoatesini sono diventati 6mila: 137 neo-diplomati nel 2017

A Bolzano si è svolta la cerimonia dedicati ai neo-cacciatori e alle neo-cacciatrici: i numeri sono davvero interessanti.

0
Cacciatori altoatesini

Cacciatori altoatesiniIl 2017 sta per terminare e in Alto Adige è possibile fare un bilancio sui neo-cacciatori e le neo-cacciatrici di questi dodici mesi. Sono state 137 le persone che sono riuscite a superare l’esame, per la precisione 120 uomini e 17 donne. La categoria ha toccato in questo modo quota 6mila e i trend sono decisamente interessanti. I neo-diplomati sono stati festeggiati in occasione di una cerimonia ufficiale a Bolzano, nello specifico presso la Cassa Kopling.

L’assessore provinciale Arnold Schuler ha sottolineato soprattutto l’importanza della formazione e dell’atteggiamento nei confronti della selvaggina. I 6mila cacciatori altoatesini, inoltre, rappresentano una eccezione a livello nazionale, visto che in molte regioni si sta registrando un calo generalizzato. Una delle materie che i diplomati hanno affrontato è l’etica venatoria, segno che la caccia in questa zona viene vissuta a tutto tondo.

Nel complesso, la prova teorica è stata superata dal 71% dei candidati: gli argomenti toccati sono stati la fauna selvatica locale, l’ecologia, la legislazione venatoria e le armi da caccia. Alla prova di tiro, poi, erano presenti 196 candidati e il 70% di loro è riuscito a superarla. Come rimarcato da Luigi Spagnolli, direttore dell’Ufficio Caccia e Pesca della Provincia di Bolzano, bisogna far accettare l’attività venatoria fra la popolazione, visto che il rapporto tra cittadini e cacciatori è ancora squilibrato.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here