Il settore armiero bresciano chiede a gran voce una nuova fiera di settore

Ne ha parlato l'Associazione Cacciatori Lombardi che era presente all'edizione 2018 della fiera di Montichiari.

0
Legge sulle armi

Settore armieroL’Associazione Cacciatori Lombardi ha preso parte anche quest’anno alla Fiera della Caccia di Montichiari, in provincia di Brescia. Si tratta di TCS Expo, la cui edizione 2018 è stata caratterizzata, tra le altre cose, dallo stand in cui ACL ha incontrato amici e cacciatori del territorio. Si è trattato quindi di un momento di confronto molto costruttivo e interessante, a poca distanza temporale dall’incontro con il nuovo assessore regionale alla Caccia, Fabio Rolfi.

L’associazione ha confermato la propria solidarietà allo stesso Rolfi, soprattutto dopo gli attacchi subiti a causa della presa di posizione della LAC. La fiera ha visto confrontarsi gli esponenti di maggioranza del Consiglio Regionale della Lombardia. Per la prima volta, poi, c’è stata anche una piccola presenza del settore armiero della Val Trompia. Si sta parlando di SIACE, RFM Armi, Rizzini e Falco che hanno fatto ben sperare per il futuro.

Gli artigiani del comparto si sono lamentati per l’assenza di una manifestazione come in passato lo è stata EXA, vetrina prestigiosa per dar risalto alle tradizioni, alla passione e alla cultura venatoria. Non bisogna mai dimenticare, infatti, che questa è una delle eccellenze del nostro paese in tutto il mondo e non può essere trascurata. ACL ha ribadito infine la propria posizione sui tre giorni fissi voluti dall’Ambito Territoriale di Caccia “Unico” di Brescia: il parere è negativo ed è stato chiesto di indire un nuovo referendum per capire cosa ne pensano i cacciatori interessati.

5/5 (1)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here