Alla Tenuta di Castel Porziano vanno all’asta i cinghiali catturati durante il contenimento

Si tratta degli ungulati catturati nel corso delle attività di contenimento organizzate presso la tenuta presidenziale.

0
Castel Porziano

Castel PorzianoL’associazione Arci Caccia ha ricevuto e pubblicato dalla Presidenza della Repubblica la richiesta di pubblicazione di un importante avviso d’asta. L’amministrazione ha indetto un’asta pubblica per la vendita di cinghiali vivi catturati all’interno della Tenuta di Castel Porziano (ventinovesima zona di Roma nell’Agro Romano) nell’ambito delle operazioni di contenimento della fauna selvatica a scopo di riequilibrio ambientale.

Il termine di ricezione delle offerte è stato fissato alle 12 del 2 luglio 2018, mentre l’asta pubblica vera e propria si svolgerà il 5 luglio alle 16 presso il Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica. Castel Porziano è nota come tenuta del Presidente della Repubblica, ma anche per la presenza di ecosistemi costieri tipici dell’ambiente mediterraneo. Come emerso qualche tempo fa, ricava 40mila euro l’anno dal commercio degli ungulati.

Nel tempo la Tenuta si è affidata a un agriturismo venatorio dell’Abruzzo attivo nella trasformazione della carne e nella degustazione ginale. I cinghiali possono determinare anche in questa zona danni alla flora e alla fauna e per questo motivo le catture e i contenimenti non sono rari. Ora bisognerà attendere qualche altro giorno (sono dieci per la precisione) prima di avere maggiori dettagli sull’asta e per capire già in anticipo come potrebbe svolgersi.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here