Caccia: Sardegna, Calendario Venatorio, ricorso degli animalisti all’Unione Europea

0

Unione Europea - GiustiziaCaccia: Sardegna, il nuovo Calendario Venatorio per la Stagione di caccia 2013-14 è già oggetto di ricorso all’Unione Europea da parte delle associazioni animaliste.

Ricorso all’Unione Europea da parte di Amici della Terra, Gruppo d’Intervento Giuridico e Lega per l’Abolizione della Caccia contro il Calendario Venatorio regionale della Sardegna. Le associazioni ecologiste hanno inoltrato la documentazione alla Commissione europea e alla Commissione per le petizioni del Parlamento europeo. “Tuttora – spiegano in una nota – non risulta effettuata alcuna procedura di valutazione di incidenza ambientale riguardo all’attività venatoria nelle aree classificate quali siti di importanza comunitaria (Sic) e/o zone di protezione speciale (Zps) rispettivamente ai sensi della direttiva n.92/43/CEE sulla salvaguardia degli habitat naturali e seminaturali, la fauna, la flora, e n.9/147/CE sulla tutela dell’avifauna selvatica, come previsto dalla giurisprudenza comunitaria e nazionale e già richiesto anche dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale. Dell’istanza ecologista sono stati coinvolti anche il Ministero dell’Ambiente e l’Assessorato regionale dell’Ambiente (Servizio tutela della natura e Servizio valutazione impatti)”.

“Constatata la scarsa sensibilità ambientale in sede di elaborazione del calendario venatorio regionale, nonché la perdurante assenza del legame cacciatore-territorio – concludono le associazioni ambientaliste – non rimane che il terreno del diritto per ristabilire condizioni accettabili di gestione del patrimonio faunistico isolano”.

17 luglio 2013

 

 

Fonte: UnioneSarda

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here