Federcaccia: Lucca: visita al Museo del Risorgimento, a caccia… di storia!

0

Museo del Risorgimento - Armi da fuocoFedercaccia Lucca in visita guidata al Museo del Risorgimento, a caccia… di storia! Le vicende storiche del nostro Paese e la passione venatoria.

Gli allievi di Federcaccia Lucca hanno partecipato lunedì sera ad una visita guidata al museo del Risorgimento (diretto da Luciano Luciani, una delle poche persone che quando parlano di storia sanno quello che dicono ndr). Nell’ambito dell’iniziativa hanno potuto usufruire di una lezione esclusiva sulla storia della tecnica delle armi da fuoco, grazie alla presenza di numerosi modelli di fucili e pistole d’epoca presenti nel Museo. Un tracciato storico che vede intersecarsi le vicende del nostro passato nazionale con la passione per l’attività venatoria, già radicata al tempo, con i particolari destini di schioppi nati per lepri e pernici e poi finiti sulle barricate delle battaglie per l’indipendenza.

Nelle radici della storia nazionale ed europea anche la caccia fu, a suo modo, una promotrice delle libertà civiche e dell’unità nazionale, senza la quale le legislazioni  dei singoli stati avrebbero continuato a regolamentare in modo difforme l’attività venatoria, spesso con criteri feudali e fondiari.

Non si deve dimenticare che, pur affondando le radici nel diritto romano, la legislazione venatoria italiana porta con se principi di egualitarismo riconducibili alla rivoluzione francese: fu questa a dare i natali alle prime licenze di caccia pubbliche, con cui il cittadino poteva praticare l’attività pur non possedendo le immense riserve appannaggio degli aristocratici. Un modo per riflettere, nel percorso formativo, su quanto niente sia scontato in termini di libertà individuali.

Non è un caso che le dittature del secolo scorso intendessero la repressione individuale anche in questo senso, privando i cittadini non graditi delle licenze di caccia e di pesca, nonché dei porti d’arma, in previsione del loro successivo annientamento. Lo ricorda tra l’altro un recente studio di Nicola Del Chiaro (Documenti e Studi 34/2013, pp. 75,76) che documenta il divieto di caccia e pesca per i cittadini lucchesi, di origine ebraica, durante il periodo fascista.

7 maggio 2013

Federcaccia Lucca

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here