I cacciatori marchigiani scrivono alla Regione per ripristinare le attività sportive e le esposizioni cinofile

La Cabina di Regia delle Associazioni Venatorie delle Marche ha scritto alla Regione per ottenere alcune concessioni.

0
Cacciatori marchigiani

Cacciatori marchigianiLa Cabina di Regia delle Associazioni Venatorie delle Marche ha scritto alla Regione chiedendo il ripristino delle attività sportive come le esposizioni e le competizioni cinofile e l’approvazione della modulistica per le autorizzazioni di nuova concessione o rinnovo di appostamento fisso di caccia. Le associazioni riunite sono Federcaccia, Libera Caccia, Arci Caccia, Enalcaccia, ANUUMigratoristi, Italcaccia ed Ente Produttori Selvaggina. Le richieste dei cacciatori marchigiani sono sostanzialmente due:

– La Regione conceda nell’ATC la possibilità di effettuare le competizioni ed esposizioni cinofile organizzate dalle associazioni venatorie o altri enti. Tali attività non sarebbero in conflitto con le disposizioni emanate per ridurre il contagio da covid-19 e possono essere esperite all’aperto (campi sportivi, ATC, ZAC, istituti faunistici) nel pieno rispetto del distanziamento sociale.

– La Regione approvi quanto prima la modulistica necessaria all’istituzione o rinnovo degli appostamenti fissi di caccia, in attuazione a quanto emanato dal nuovo piano faunistico venatorio quinquennale. Particolare urgenza riveste questo punto per ottenere in tempi utili le autorizzazioni e non creare congestioni negli uffici regionali preposti.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here