I consigli dell’Enel ai cacciatori friulani e veneti: “Sensibilizzate i giovani”

E-Distribuzione ha spiegato come comportarsi in caso di spari troppo vicini alle linee elettriche e agli impianti.

0
Caccia in Toscana

Consigli dell'EnelLa stagione venatoria 2017-2018 è iniziata anche in Veneto e in Friuli Venezia Giulia. E-Distribuzione, società che fa parte del Gruppo Enel e che si occupa della distribuzione di energia elettrica nel nostro paese, ha deciso di lanciare un appello rivolto ai cacciatori delle due regioni: l’obiettivo è quello di sensibilizzare gli appassionati delle attività venatoria sui rischi legati agli spari in prossimità degli impianti.

In particolare, l’azienda ha sconsigliato caldamente di andare a caccia nei pressi delle linee elettriche e di altri impianti. In effetti, un solo pallino vagante può danneggiare le apparecchiature e interrompere la distribuzione di elettricità, mettendo a disagio tanti cittadini. E-Distribuzione sa perfettamente che la maggior parte dei cacciatori adotta misure di sicurezza, di conseguenza dovrebbero sensibilizzare i loro colleghi, soprattutto i più giovani. Tra l’altro, i danni a cavi, isolatori e apparecchiature possono essere notati dopo parecchi giorni o addirittura mesi, dunque il guasto tende a diventare maggiore.

I consigli della società sono cinque. Anzitutto, non bisogna sparare in prossimità delle linee elettriche, poi occorre controllare la posizione delle stesse sul terreno. Inoltre, gli impianti possono essere nascosti, senza dimenticare che non si spara mai ai volatili presenti sulle linee. Infine, la caduta del conduttore deve allertare i cacciatori, invitati a non avvicinarsi in nessun caso al cavo.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here