Il Rhodesian Ridgeback: il cane leone del Sud Africa

0

Il Rhodesian Ridgeback o cane leone è adatto sia alla caccia di prede molto grosse e veloci, sia alla compagnia ed alla difesa delle persone.

Il Rhodesian Ridgeback detto anche cane leone, il cui nome deriva da Ridge = cresta, back = schiena/dorso e da Rhodesian per il suo luogo d’origine la Rhodesia l’attuale Zimbawe, è un cane di grossa taglia, di colore marrone con una particolare caratteristica estetica : la cresta sul dorso formata da pelo, la quale cresce in direzione opposta al resto del mantello. Il Rhodesian Ridgeback e’ al momento l’unica razza riconosciuta originaria dell’Africa meridionale.

Le sue origini risalgono all’epoca delle prime colonizzazioni del 1600 nel continente africano, nella parte meridionale : i coloni, con le loro carovane da difendere, ebbero l’esigenza di creare un cane che li proteggesse sia dagli attacchi dell’uomo, sia degli animali selvatici come leoni e leopardi. Per questo motivo iniziarono ad incrociare razze come pointer, deerhound o greyhound,  bull terrier ed i cani da caccia degli Ottentotti, ossia cani semidomestici che presentavano la cresta sul dorso. Si ottenne così il Rhodesian Ridgeback, un cane che doveva assolvere il compito di andare a caccia, soprattutto grosse prede tra cui il leone, fare la guardia della proprietà e degli animali da allevamento e proteggere la famiglia, in particolare i bambini.

Lo standard originale, che fu stilato da Francis R. Barnes nel 1922 a Bulawayo nella Rhodesia del Sud (oggi Zimbabwe), si basava sullo standard del dalmata e venne approvato dalla South African Kennel Union nel 1926. Dal quel momento in poi, il Rhodesian Ridgeback o cane Leone, divenne una razza ufficiale, anche se ormai da molto tempo veniva utilizzato proprio le sue caratteristiche per seguire le tracce della selvaggina, in particolare il leone, leopardi, babbuini e la selvaggina veloce come le gazzelle. Erano utilizzati, soprattutto, per tenere occupato il leone durante la caccia fino a che non sopraggiungeva il cacciatore. Non a caso è anche chiamato “The Lion Dog”, il cane leone. Inoltre sono straordinariamente tenaci : alcune testimonianze riportano che i Rhodesian hanno atteso per giorni dei leopardi che si erano arrampicati sugli alberi.
Attualmente il Rhodesian Ridgeback  viene utilizzato non solo per la caccia grossa, ma anche per altre attività, che vanno dalla compagnia all’agility, dalla guardia alla ricerca sportiva ed altri sport cinofili, per i quali si contraddistingue per la sua forza e tenacia. La Federation Cynologique Internationale (FCI), ha classificato questa razza nel Gruppo 6 dei segugi e cani per pista di sangue. È un cane di grande personalità, molto indipendente e intelligente, a volte dotato di una certa dose di aggressività e per questo motivo è necessario un’accurata socializzazione e attento addestramento. Infatti, al tal fine, è consigliata in modo particolare la partecipazione a corsi collettivi di socializzazione e educazione sin dai primi mesi, fino al raggiungimento della maturità fisica e psichica del cane.

Lo standard della razza implica una peso desiderabile per i  maschi di 36.5 Kg (80 lbs), mentre per le femmine 32 Kg (70 lbs). L’altezza auspicabile per i maschi varia dai 63 cm (25 ins) ai 69 cm, mentre per le femmine da 61 cm a 66 cm.
In conclusione, si può dire che va sottolineato che il Rhodesian Ridgeback è un cane fortemente legato alla famiglia e che per nessun motivo deve vivere in solitudine, separato dai compagni umani con i quali stabilisce un legame profondo, fatto di lealtà, devozione e amore incondizionato.

4.18/5 (11)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here