Passo migratorio, ad Arosio (Como) catture poco entusiasmanti

L'ANUU ha aggiornato la nota settimanale sulla migrazione: le condizioni meteo hanno inciso, rendendo poco favorevole l'inanellamento.

0
Libera Caccia Toscana

Passo migratorioL’ultimo aggiornamento settimanale da parte dell’ANUUMigratoristi sul passo migratorio ad Arosio (in provincia di Como) non è dei più esaltanti. Il passo stesso è stato definito “non entusiasmante”. Che cosa è successo di preciso? La fine del mese di agosto è stata calda e afosa al Centro-Nord, con la Val Padana e la Toscana che hanno fatto registrare il superamento dei valori normali delle temperature, raggiungendo anche i 30 gradi, mentre nelle zone interne del Centro-Sud, delle Isole e sulle Alpi non sono mancati anche forti temporali.

Domenica 26 a Cortina è caduta addirittura la neve con un brusco calo delle temperature. Per quanto riguarda il movimento degli estatini si poteva sperare in qualcosa di meglio, ma le condizioni meteorologiche (alte temperature) non hanno consentito una favorevole migrazione. Nella nota precedente (la prima della nuova stagione) si è parlato del primo prispolone in migrazione post-nuziale che è stato inanellato presso l’Osservatorio ornitologico di Arosio, gestito dalla FEIN/Fondazione Europea IL NIBBIO.

Nella mattinata di giovedì 16 agosto 2018, alle ore 8.00, con anello INFS – LY18124, è stato classificato come nato nell’anno. Le condizioni meteorologiche si sono presentate con sole coperto e temperature verso i 25 gradi. La data del 16 agosto rappresenta la seconda volta che si verifica in ventisei anni di monitoraggio.

3/5 (1)

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here