Pordenone, trovato morto il 36enne disperso dopo una battuta di caccia al muflone

L'uomo stava tornando a casa ed è scivolato sul terreno ghiacciato, precipitando per circa 100 metri.

0
Caccia al muflone

Caccia al mufloneSono purtroppo finite nel peggiore dei modi le ricerche di un uomo di 36 anni che era andato a caccia nella giornata di ieri, domenica 24 dicembre 2017, nella zona del Monte Fara (provincia di Pordenone). Il cacciatore era partito in solitaria ed è scivolato con tutta probabilità a causa del terreno ghiacciato. Il suo corpo è stato ritrovato in fondo a un canalone, dopo un volo di ben 100 metri: il decesso sarebbe avvenuto sul colpo.

Nell’area erano intervenuti i volontari del soccorso alpino di Maniago e i Carabinieri di Montereale. Vicino al cadavere erano presenti lo zaino del 36enne e il suo fucile, poi questa mattina è stato possibile portarlo via. La vittima era residente a Maniago e si occupava della vendita di coltelli: il mancato ritorno a casa dopo la battuta di caccia al muflone aveva fatto scattare l’allarme, anche perchè il telefono dell’uomo suonava a vuoto.

Il ritrovamento è avvenuto in una parte di sentiero a quota 1100 metri. Inoltre, il cacciatore si era messo in contatto con un amico per riferirgli di una preda appena ferita e da cercare. Il meteo avverso gli aveva poi consigliato di tornare indietro ed è stato proprio in quel momento che il terreno gelato lo ha fatto scivolare.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here