Il futuro dei fagiani e delle starne in Abruzzo, se ne discute a Pescara

L'evento sarà considerato utile ai fini del completamento del corso per censitore di starne.

0
Cacciatori marchigiani

Futuro dei fagiani e delle starneL’Ambito Territoriale di Caccia di Pescara insieme a quello Chietino-Lancianese e con il patrocinio della Provincia di Pescara, ha organizzato un convegno molto interessante che andra ad approfondire le prospettive future dei fagiani e delle starne in Abruzzo. L’evento si svolgerà il prossimo 4 novembre alle 16:30 presso la Sala Tinozzi della sede della provincia pescarese. L’obiettivo è quello di analizzare i modelli gestionali migliori e considerati “vincenti” per quel che riguarda queste due specie, seguendo le indicazioni dell’ISPRA e le migliori esperienze a livello nazionale.

Dopo i saluti di Antonio di Marco, numero uno della Provincia di Pescara, Dino Pepe (assessore regionale alla Caccia), Gianni Guardiani (presidente dell’ATC Pescara) e Corrado Di Nardo (presidente dell’ATC Chietino-Lancianese) inizieranno le discussioni. Il biologo della selvaggina Roberto Mazzoni Della Stella parlerà di quello che bisogna fare per incrementare il fagiano, mentre il tecnico dell’Ufficio Fauna Stanziale della Federcaccia Valter Trocchi approfondirà il piano di azione nazionale per la starna.

Il biologo tecnico-faunistico Fabio De Marinis si occuperà dei primi risultati nella gestione del fagiano e della starna nei due ATC abruzzesi, prima della chiusura (alle 18:30) con la tavola rotonda. La partecipazione al convegno verrà considerata utile al completamento del corso per censitore di starne dello stesso piano di azione nazionale.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here