Amici di Scolopax: “Le beccacce sono poche, ma bisogna essere cauti”

L'associazione ha aggiornato le informazioni sulle prime due decadi di dicembre che riguardano la specie.

0
Toscana

Amici di ScolopaxL’associazione Amici di Scolopax, la quale raggruppa i cacciatori naturalisti appassionati di beccaccia, ha aggiornato i dati relativi a questa specie per quel che riguarda la prima e la seconda decade di questo mese di dicembre. La stagione è iniziata in maniera poco positiva, ma ora sembra che ci sia una ripresa. Le stagioni con poche presenze ci sono state anche in passato, ma l’associazione ha ricordato il meteo bizzarro di quest’anno, il quale ha avuto delle ripercussioni non indifferenti sulla fenologia della migrazione.

Amici di Scolopax, però, ritiene che qualsiasi tesi su una condizione riproduttiva negativa e globale delle beccacce non sia affatto efficace. La seconda decade di dicembre ha lasciato intravedere una migliore presenza dei volatili, anche se l’indice mensile è 1.40, mentre lo scorso anno era più alto (1.63 per la precisione).

L’invito, comunque, è quello di riflettere in maniera cauta e accorta, l’unico modo per far trionfare credibilità e serenità. La cosa importante, sempre secondo l’associazione, è di non rinunciare a fornire informazioni. Proprio in queste ore si sta parlando delle beccacce con frasi preoccupanti, come ben testimoniato dall’appello lanciato dalla sezione regionale umbra dell’Arci Caccia.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here