MyENCI, la nuova app per trasmettere i dati sulla selvaggina naturale

L'applicazione permetterà di trasmettere le informazioni durante lo svolgimento delle prove cinotecniche.

0
Gallo cedrone e francolino

MyENCIMyENCI è l’applicazione ideata dall’Ente Nazionale Cinofilia Italiana, uno strumento fondamentale al servizio degli esperti giudici. A partire da quest’anno, infatti, grazie all’accordo tra l’ENCI e l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), anche i giudici rivestono un ruolo molto importante per quel che riguarda la salvaguardia dell’ambiente.

L’app è davvero molto semplice e permette di trasmettere i dati faunistici rilevanti nel corso delle prove cinofile, valorizzando al massimo l’importante lavoro dei cani durante le verifiche. MyENCI può essere scaricata da qualsiasi smartphone e il suo utilizzo deve avvenire solamente durante le prove cinotechiche. In pratica, la modalità consiste nella comunicazione in anticipo delle date e aree di attività per abilitare la raccolta dei dati a livello centrale (soltanto per un determinato giorno e un determinato sito).

Per ora non sarà utilizzabile per le prove di monitoraggio, come ad esempio quello tardo estivo del successo riproduttivo della coturnice o quello invernale della beccaccia (si sta comunque pensando a una sperimentazione). Le specie coinvolte sono i galliformi di montagna (coturnice, gallo forcello, pernice bianca, gallo cedrone, francolino di monte), oltre a beccace, lepri e altre specie su cui vengono effettuate le prove. L’importante è che si tratti di selvaggina naturale, mentre l’app non comprende starne e fagiani.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here