Caccia: Marche, Calendario Venatorio 2013/14 approvato dalla Giunta regionale

0

Cacciatore in tiroCaccia: Marche, Calendario Venatorio 2013/14 approvato dalla Giunta regionale; la Stagione Venatoria inizia in preapertura il 1° Settembre.

La Giunta regionale ha approvato il calendario venatorio 2013/2014. La stagione di caccia inizia il 1° settembre con la prima delle tre giornate di preapertura previste (mentre l’apertura generale è il 15 settembre) e terminerà il 9 febbraio del prossimo anno. Il provvedimento individua le specie prelevabili, i periodi e le giornate in cui è consentito esercitare l’attività venatoria, i carnieri, l’ora legale di inizio e termine della giornata di caccia, i periodi e le modalità di addestramento dei cani. Sono stati acquisiti i pareri dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), dell’Osservatorio faunistico regionale (Ofr), oltre le indicazioni emerse dalle consultazioni con le Amministrazioni provinciali, gli Ambiti territoriali di caccia (Atc), le Associazioni venatorie regionali. “Con le consultazioni svolte – afferma l’assessore alla Caccia, Paola Giorgi – abbiamo recepito le diverse esigenze delle componenti che interagiscono nella gestione dell’attività venatoria, comprese le rappresentanze del mondo agricolo e ambientale, presenti nei Comitati di gestione degli Atc. L’ordinamento complessivo scaturito consente di coniugare le istanze di tutela faunistico ambientale con un esercizio venatorio equilibrato e responsabile da parte dei cacciatori. L’attività venatoria condotta con prudenza, rispetto delle regole, trova anche per la stagione 2013/2014, puntuale disciplina nel calendario approvato”.

Tra le varie disposizioni previste, l’assessore evidenzia le tutele che il calendario riserva alle Zone di protezione speciale e ai Siti di importanza comunitaria della Rete Natura 2000. Tra le novità, invece, segnala la modifica normativa che consente, per la prima volta, il prolungamento del prelievo venatorio per i corvidi fino al 9 febbraio 2014. “L’attività dell’Assessorato – assicura – sarà rivolta a migliorare la gestione faunistica del territorio, in sinergia e collaborazione con tutte le categorie interessate”. Il calendario per la stagione 2013/2014 ricalca sostanzialmente quello dell’anno precedente, salvo un allungamento della caccia ai corvidi (cornacchia grigia, ghiandaia e gazza), consentita soltanto nella forma dell’appostamento, in alcuni giorni del mese di febbraio (1-2-5-8-9).

In sintesi, i principali contenuti che andranno a disciplinare l’attività:

• 3 giornate in preapertura a settembre (1 – 4 – 8) nella sola forma dell’appostamento, con orario 5,30 – 11,00 e 17,00 – 19,30 alle seguenti specie: tortora, colombaccio, ghiandaia, gazza, cornacchia grigia, alzavola, germano reale e marzaiola;
• apertura generale della caccia, domenica 15 settembre, alla selvaggina stanziale e alle altre specie, con chiusure differenziate e comunque entro il termine di legge del 31 gennaio 2014 e carnieri giornalieri e stagionali limitati per tutte specie, con una particolare attenzione prudenziale per alcune, come quaglia, allodola, pavoncella, codone;
• per la selvaggina stanziale (lepre, fagiano, starna, coniglio selvatico) termine prelievo il 1 dicembre, consentito soltanto nelle giornate di mercoledì, sabato e domenica con limitazione di capi;
• per la coturnice, inizio 5 ottobre e termine 24 novembre;
• per il cinghiale, inizio 13 ottobre e termine 12 gennaio 2014 nelle forme della braccata, girata, individuale e occasionale;
• per il prelievo del cinghiale in forma selettiva, lo stesso è stato disciplinato con Delibera della Giunta regionale n.691 del 13/05/2013.

Anche questo anno il calendario consente la caccia alla selvaggina migratoria da appostamento per altri due giorni a settimana, sempre con esclusione del martedì e venerdì, nei mesi di ottobre e novembre. Il calendario contiene inoltre i periodi e le giornate nelle quali è consentito l’allenamento e l’addestramento dei cani, sia nel periodo estivo (da metà agosto), sia al termine della stagione venatoria per i mesi di febbraio e marzo; per quest’ultimo periodo, d’intesa con le Amministrazioni provinciali e gli Ambiti territoriali di caccia.

10 luglio 2013

 

 

Regione Marche

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here