Trofei di caccia, l’Olanda imporrà dei limiti alle importazioni

La lista presentata dal governo dei Paesi Bassi include 200 specie: tra il 2012 e il 2015 sono state presentate 27 richieste, 17 delle quali rifiutate.

0
Diorama tassidermia - Trofei di caccia

Trofei di cacciaIl governo olandese ha deciso di imporre dei limiti ai cacciatori che hanno intenzione di importare i loro trofei di caccia nei Paesi Bassi. Si tratta di una novità delle ultime ore e che è sintetizzata efficacemente in un elenco compilato per l’occasione e che spiega cosa si può e cosa non si può portare nella nazione. La lista include 200 specie, le quali non saranno ovviamente più consentite, come ad esempio i rinoceronti, gli elefanti, gli ippopotami, i leoni, gli orsi polari e i leopardi, animali molto richiesti quando si parla di trofei di caccia.

In aggiunta, Martijn van Dam, segretario di Stato per gli Affari Economici olandesi, vorrebbe imporre un divieto più ampio ed europeo per quel che riguarda questo ambito, visto che ha giudicato “disgustosa” la caccia di animali protetti per la compravendita successiva dei trofei. Le richieste giunte all’Olanda non sono state comunque molto numerose.

In effetti, tra il 2012 e il 2015 sono state 27 le domande relative all’importazione di trofei di caccia nel paese, meno di sette l’anno nel quadriennio preso in considerazione: il governoo ne ha bocciate e rifiutate 17, dunque più della metà. Nel periodo in questione sono stati esaminati trofei di leoni, orsi, elefanti, pantere, scimmie, lupi, cervi e linci.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here