Parco dei Colli Euganei, la Regione Veneto aumenta il numero di selecontrollori

Gli assessori regionali Pan e Corazzari hanno presentato una delibera per accelerare la lotta alla proliferazione dei cinghiali.

0
Caccia di selezione al cinghiale

Parco dei Colli EuganeiUna vera e propria accelerazione: è stata definita in questo modo la decisione della Regione Veneto di aggiornare e revisionare il regolamento per il controllo dei cinghiali e il protocollo operativo all’interno del Parco Regionale dei Colli Euganei. L’assessore alla Caccia Giuseppe Pan e quello al Territorio e ai Parchi, Cristiano Corazzari, hanno presentato una delibera per accelerare la lotta alla proliferazione degli ungulati.

Verrà coinvolto ovviamente l’ente parco e l’aggiornamento dovrà avvenire entro i trenta giorni successivi alla pubblicazione del documento. Corazzari ha spiegato come sia necessario un cambio di passo, rendendo contenimenti ed eradicazioni dei selvatici ancora più incisivi. L’ente parco veneto dovrà riesaminare gli strumenti operativi, organizzando nuovi corsi di abilitazione per selecontrollori destinati ai cacciatori veneti che sono in possesso dei requisiti di legge.

Le priorità saranno assegnate a chi risiede nei 15 comuni che fanno parte del parco, ai residenti nella provincia di Padova e ai residenti nelle altre province venete (in questo rigoroso ordine). L’assessore ha anche ricordato il persistere dei danni causati dai cinghiali alle colture agricole e all’ambiente, senza dimenticare i pericoli per la sicurezza stradale. I nuovi selecontrollori dovrebbero consentire un maggior numero di abbattimenti e la riorganizzazione della gestione delle trappole.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here