Primi esposti in Regione Calabria per il commissariamento dell’ATC Catanzaro

Alcuni capisquadra di caccia al cinghiale non hanno gradito l'assegnazione delle zone e i metodi di perimetrazione.

0
ATC Catanzaro

ATC CatanzaroIl Commissariamento dell’Ambito Territoriale di Caccia Catanzaro 1 sta avendo le inevitabili conseguenze dal punto di vista giuridico. Sono stati presentati alla Regione Calabria, infatti, i primi esposti da parte dei capisquadra che hanno lamentato la lesione dei loro diritti. In particolare, la nomina temporanea del commissario dell’ATC sta facendo discutere, visto che è stata accertata l’eliminazione di una zona, assegnata a un’altra squadra di cinghialisti costituita da poco.

In uno degli esposti si legge anche della scoperta di uno dei componenti di questa nuova squadra, vale a dire lo stesso commissario. Un ulteriore dettaglio che è stato portato a conoscenza della Regione è quello della penalizzazione di un’altra squadra di cacciatori, oltre alla presenza del funzionario che si occupa dei perimetri regionali nel gruppo del commissario.

Nonostante le garanzie sulla correttezza dell’operato ricevute nei mesi scorsi, la situazione non è migliorato e queste istanze dimostrano come la misura sia ormai colma. Sarà la stessa Regione Calabria a doversi pronunciare e dovrà farlo in tempi rapidi per cercare di accontentare le varie richieste e placare gli animi che si sono accesi.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here