PULCE e PULCI – La pulce è un parassita che vive alle spalle del vostro cane da caccia

0
La pulce è un parassita che vive vicino al nostro cane e si alimenta del sangue del suo ‘ospite’. Una pulce è un insetto da 1-3 mm di lunghezza; ha una struttura corporea particolare, con zampe posteriori molto robuste che permettono loro di saltare molto lontano. Le specie più diffuse in Europa sono le pulci dei cani e dei gatti; nonostante il loro nome possa essere fuorviante, entrambe queste specie si possono trovare sia sui cani, sia sui gatti.

Ciclo di vita:
Dal momento che le pulci sono degli insetti, esse attraversano varie fasi di vita. Le pulci femmine adulte depositano fino a 50 uova al giorno, da cui nascono le larve. Dopo due o tre settimane queste producono una pupa (bozzolo), e da questa forma la larva si trasforma in una pulce adulta. Quando la pulce è pronta per lasciare il bozzolo, essa aspetta un ospite adatto per saltarvi addosso: si può trattare di un cane, di un gatto o addirittura di una persona. Le pulci vivono solo alcune settimane, mentre le pupe possono sopravvivere fino a due anni, a seconda della temperatura e del tasso di umidità.
Come vivono:
Una pulce adulta è sempre alla ricerca di un nuovo ospite, sia esso un cane o un gatto. Si riempie di sangue e, una volta sfamatasi, produce fino a 50 uova al giorno, depositandole nel luogo dove dorme il nostro animale domestico. Le uova sono microscopiche, e si spargono facilmente in tutta la casa attraverso gli indumenti e le scarpe; si possono anche portare a casa d’altri, contaminando così anche gli animali domestici che vi vivono; ovviamente può avvenire anche il contrario, ovvero altre persone portano le uova in casa nostra contaminando il nostro animale domestico. Gli animali non prendono le pulci dal contatto diretto con altri animali, esse infatti non passano mai da un animale all’altro o da un animale a una persona, ma la contaminazione avviene sempre attraverso le uova.
La stagione delle pulci:
Le pulci colpiscono i nostri animali domestici soprattutto in primavera e in estate. Tuttavia dal momento con il bozzolo che contiene la pulce, può sopravvivere molto a lungo, il problema permane anche in autunno e in inverno. Spesso la diffusione delle pulci raggiunge il picco in primavera, poiché durante l’inverno, quando le pulci sono relativamente tranquille, i padroni si impegnano meno per combatterle. In breve, occorre proteggere il nostro cane dalle pulci tutto l’anno!
Contaminazione da pulci:
Normalmente, i cani e i gatti vengono assaliti dalle pulci che escono dal bozzolo quando li portiamo fuori per una passeggiata. Una volta entrate in casa le pulci si riproducono molto rapidamente. Anche il padrone può portare in casa le pulci, quando le uova si attaccano ai vestiti o alle scarpe senza che se ne accorga.
La presenza di pulci sul vostro cane o gatto si nota per una serie di fattori:

L’animale ha prurito e si gratta, si morde, si lecca o addirittura si strappa il pelo o la pelle, tanto che talvolta si vedono zone pelate e ferite. Alcuni cani e gatti reagiscono con violenza alle punture delle pulci, per esempio sviluppano una reazione allergica, si sentono male e soffrono terribilmente il prurito, con conseguenti perdite di pelo e irritazioni cutanee.
Si possono vedere degli animaletti che saltano o strisciano nel pelo del cane o del gatto: le pulci infatti sono dei piccoli insetti piatti, di colore marrone scuro.
Si possono vedere dei piccoli granuli neri nella pelliccia dell’animale domestico: si tratta delle feci delle pulci.
Talvolta le pulci provocano negli animali domestici soltanto una leggera irritazione, ma se un cane o un gatto vengono morsi ripetutamente – soprattutto se si tratta di cuccioli – dopo qualche tempo possono soffrire di anemia. Le pulci possono anche trasmettere infezioni da Echinococcus. Molti animali, inoltre, sono allergici alla saliva delle pulci, e possono quindi sviluppare malattie allergiche della pelle, che portano un forte prurito. Poiché si leccano molto, il pelo si assottiglia, ed a volte l’animale inghiotte una quantità di pelo tale da causare problemi allo stomaco. La cura di un animale domestico, quindi comporta anche una lotta efficace contro le pulci.
Trattamento antipulci:
Le pulci vive, che si trovano nella pelliccia di un animale domestico, non rappresentano che il cinque percento dei parassiti da cui è colpito il cane o il gatto. Il rimanente 95 percento della contaminazione consiste in uova ‘invisibili’, come larve e pupe: questa è la ragione principale per la quale le pulci sono così difficili da trattare.
Per il trattamento antipulci del vostro cane o gatto è importante tenere conto di questi fattori ‘invisibili’. Il trattamento, pertanto, deve essere mirato a tre aspetti:
Estirpare le pulci che vivono sul vostro animale domestico
Estirpare i fattori ‘invisibili’, vale a dire le uova, le larve e le pupe della pulce
Prevenire la ricontaminazione:
L’uso regolare di sostanze preventive antipulci riduce notevolmente le probabilità di contrarre questi parassiti. In questo senso, Fort Dodge ha lanciato di recente un nuovo farmaco mirato contro le pulci, sia per cani che per gatti, e che garantisce un controllo efficace dei parassiti esistenti e una prevenzione da quelli che potrebbero ripresentarsi. Tale farmaco è disponibile solo su prescrizione del veterinario, che potrà fornirvi ulteriori informazioni e consigli sulla salute e sul benessere del vostro animale domestico.
Suggerimenti:
Se vedete che il vostro animale domestico comincia a grattarsi in modo insistente, consultate il veterinario.
Controllate tutto l’anno che il vostro animale domestico non abbia le pulci, o fatelo controllare. Si evitano così le grandi infestazioni di pulci in primavera.
Chiedete al vostro veterinario un consiglio sulla prevenzione antipulci.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here