A Riva del Garda (TN) la 14ª edizione di ExpoRiva Caccia Pesca Ambiente il 30 e 31 marzo

La mostra mercato è focalizzata sulla caccia a palla: gli appassionati possono trovare i prodotti, gli eventi e l’atmosfera più coinvolgenti.

0
ExpoRiva

ExpoRivaTorna ExpoRiva Caccia Pesca Ambiente, la fiera di caccia e pesca più specializzata ed emozionante del settore. Una mostra mercato focalizzata sulla caccia a palla e la pesca a mosca e spinning, dove gli appassionati possono trovare i prodotti, gli eventi e l’atmosfera più coinvolgenti. Una storia commerciale e culturale di caccia e pesca che, nella splendida località lacustre, si narra con gusto, eleganza e professionalità da ben 14 anni. A Riva del Garda si sta quindi preparando un’entusiasmante 14esima Edizione (30-31 marzo) che saprà attirare, come sempre, una quantità e una qualità di espositori e visitatori notevole.

Le cifre del 2018 ce lo preannunciano: circa 200 espositori e 16.000 visitatori in due giornate. La caratteristica unica di ExpoRiva Caccia Pesca Ambiente è, da sempre, saper proporre un mix vincente fra opportunità commerciali, contenuti tecnici e culturali di rilievo, momenti di festa e folklore venatorio, in un’atmosfera suggestiva e inimitabile. Un’attitudine speciale che la Mostra Mercato confermerà anche quest’anno, proponendo un ricco programma di eventi. ExpoRiva Caccia Pesca Ambiente è la fiera della “caccia a palla” per definizione ma include anche espositori e prodotti che spaziano dal mondo della armi lisce, a quello delle armi corte, dall’abbigliamento, agli accessori per ogni tipologia di caccia.

Il tutto, in un display e un layout totalmente rivisti, per renderla ancora più smart per visitatori ed espositori. Per gli appassionati di caccia segnaliamo in particolare due eventi. Il primo è la “SELEZIONE DEI MIGLIORI TROFEI DI CACCIA DAL DOPOGUERRA A OGGI”, un‘esposizione storica di trofei di caccia organizzata dall’Associazione Cacciatori Trentini in collaborazione con la Bignami S.p.A. Oltre quattrocento spettacolari trofei di Cervo, Capriolo, Camoscio e Muflone. Una selezione dei soggetti più interessanti prelevati, raccogliendo i 5 migliori di ogni distretto venatorio del Trentino, dal secondo Dopoguerra a oggi. E se non fosse ancora abbastanza non perdetevi la “RASSEGNA DI GESTIONE DELLA PROVINCIA DI VERONA” proposta dall’Unione Provinciale Cacciatori Veronesi. Nel panorama venatorio italiano, se si dice Cinghiale il pensiero va immediatamente alla caccia in braccata.

La braccata è infatti la forma di caccia più diffusa e popolare, la tecnica venatoria più applicata nei confronti del suide in Italia. Ma non è l’unica, soprattutto se si amplia lo sguardo a livello europeo, includendo paesi dove il cinghiale è storicamente presente e dove vengono prelevati ogni anno milioni di capi. Proprio su questo tema – le diverse tecniche di caccia al cinghiale, la loro organizzazione, il loro grado di efficienza, la sicurezza, i pro e i contro, non solo da un punto di vista di gestione venatoria ma anche sociale – il circolo culturale Ri.V.A. (Rinascita Venatoria e Ambientale) ha organizzato una tavola rotonda che spicca fra gli eventi della 14° edizione della mostra mercato Exporiva Caccia Pesca e Ambiente.

Non è presente ancora nessuna valutazione.

Valuta questo articolo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here