Brasato di Cinghiale alle mele

0

Brasato di Cinghiale alle mele

Preparazione 15 min, cottura 1ora 40 min, difficoltà Media

 

1 kg di cinghiale (tagliato nella coscia o in costolette), 50 g di sugna (o strutto), 2 mele renette, 1 cipolla, 2 foglie d’alloro, 4 foglioline di salvia, 1/2 cucchiaio di prezzemolo tritato, 1/2 cucchiaino di fecola, 2 bicchieri di vino rosso secco, 1/2 bicchierino di brandy, 20 g di burro, 1/2 bicchiere di olio extravergine d’oliva, sale e pepe. Per la marinata: 1l di aceto di vino.

 

Marinate la carne di cinghiale (deve essere ben frollata) per 12 ore in una miscela di acqua e aceto in parti uguali.

In una casseruola soffriggete la cipolla tritata con la sugna e l’olio e aggiungete il prezzemolo, l’alloro e la salvia. Unite poi la carne, lavata e sgocciolata, fate rosolare, bagnate con il vino, salate, coprite e cuocete a fuoco basso per un’ora e mezza.

Pochi minuti prima che la carne sia cotta, private le mele del torsolo e, senza pelarle, riducetele a dadini che rosolerete in padella, in una noce di burro; salate, pepate, fiammeggiate con il brandy e, quando sarà evaporato, unite il sugo filtrato della carne ormai cotta.

Fate prendere il bollore all’intingolo, legatelo con la fecola sciolta in poca acqua fredda e proseguite la cottura finché diventerà leggermente sciropposo. Versate l’intingolo sul cinghiale parzialmente affettato e portate subito in tavola.

CONDIVIDI
Articolo precedenteSpaghetti alla cacciatora
Articolo successivoBeccaccia: La caccia alla Beccaccia in Video
Meloni Pierfilippo
Giornalista pubblicista e fondatore di Caccia Passione. Correva l'anno 2002 quando diedi vita al portale internet, mettendo a frutto tre grandi passioni, quella in lettere moderne, l'altra per l'informatica e altresì per l'attività venatoria. Negli anni Caccia Passione è divenuto Testata giornalistica ove oggi scrivono le migliori "Penne" giornalistiche d'Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here