Griffon blue de Gascogne: In Italia è un cane da caccia al Cinghiale

0

Il Griffon blue de Gascogne è un cane adatto anche ai cacciatore più esigenti, è selezionato nel sud della Francia ed è l’incrocio tra due razze riconosciute, la petit blue de Gascogne e quella del griffone vandeano.

 

 

Il Griffon blue de Gascogne è selezionato nel sud della Francia, precisamente nella regione di Le Gers, il Griffon blue de Gascogne è un cane particolarmente adatto per la caccia al coniglio e la lepre ma, attualmente, è utilizzato anche per la caccia al cinghiale perchè riesce ad orientarsi bene sia su territori pianeggianti che montuosi.

La selezione di questa nuova razza è stata un compito molto arduo per gli allevatori francesi, il Griffon blue de Gascogne proviene dall’incrocio tra il petit blue de Gascogne e il Griffone Vandeano, entrambe razze antichissime, dunque che portano un grosso grado di dominanza a livello genetico.

 Per decenni e decenni il “nuovo” blue de Gascogne ha dovuto proliferare per ottenere la giusta mescolanza genetica e arrivare ad avere un pelo superficiale ispido e un sottopelo molto fitto, che insieme a muso e coda, caratterizzano questa razza. Il fondo del manto è bianco e presenta tipiche chiazze scure e come uno dei suoi progenitori, riesce a dare riflessi bluastri.

Se in Francia questo cane è utilizzato per la caccia alla lepre e al coniglio, qui in Italia è adoperato quasi esclusivamente per il cinghiale: grazie al pelo del griffone e la struttura robusta del petit, il blue de Gascogne si adatta bene ad ambienti fitti come quelli tipici della macchia mediterranea.

Nel Griffon blue de Gascogne non c’è posto per i difetti, infatti, una grande pecca del suo progenitore Griffone era la poca ubbidienza e la difficoltà nell’addestramento, il blue de Gascogne sembra essere un cane facile da addestrare e in più ha un ottima potenza olfattiva e una buona struttura fisica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here