Tu Sei Qui: Fucili da caccia

Benelli Colombo: la specializzazione fa la differenza

Benelli Colombo: la specializzazione fa la differenzaBenelli Colombo calibro 12: Sondare i diversi ambiti di caccia e offrire ai praticanti un fucile pensato e realizzato per la specifica azione venatoria è oramai diventata un delle prerogative fondamentali e più apprezzate della Benelli.

di Emanuele Tabasso

Se passiamo in rassegna le diverse caccie specifiche praticate dall’homo venaticus nazionale troveremo una serie congrua e sostanziosa di argomenti da trattare, ognuno con una diversa inclinazione e con richieste molto marcate di attenzione, pratica e tempo da dedicare. Nel settore della migratoria brilla come stella di prima grandezza la caccia al colombaccio praticata dagli adepti con una dose di abnegazione ammirevole. Non tutte le forme di caccia richiedono tanto tempo e tanta passione quanto quella che insidia i così detti roscioli, e che prende forma soprattutto nel centro Italia con specifica attinenza alla regioni come Toscana, Romagna, Umbria e Marche. Basta un poco di attenzione anche da chi non si è mai dedicato a tale selvaggina per captare il magnetico richiamo emanato da questi uccelli dalla linea aggraziata, dal fisico poderoso, dal volo entusiasmante e dall’astuzia fuori dal comune: delle macchine volatrici perfette, veloci e saettanti, incassatrici di notevole prestanza, difficili da attirare sulla posta.

Leggi tutto...

Beretta 690 Field III. Un passo verso il futuro

Beretta 690 Field III. Un passo verso il futuroBeretta 690 Field III: Ormai è passato un anno dalla presentazione del sovrapposto Beretta 690 Field III, un’arma destinata a rappresentare il punto di partenza per i nuovi sovrapposti industriali di qualità da caccia. In questo fucile, che ha richiesto oltre 3.000 ore di progettazione, sono contenute innovazioni tecnologiche di grande spessore che lo rendono il vero compromesso fra il fucile di pregio e quello industriale.

Testo di Saverio Patrizi

La meccanica è la stessa del fucile da tiro a volo 692, cui ha “rubato” la bascula, batterie, croce e tanti piccoli particolari. Questo “furto” è la garanzia di un collaudo che solo un arma destinata alla pedana, sparando in alcuni casi anche oltre 30.000 cartucce/anno, può decretare. La piattaforma 690 è destinata, nei prossimi anni, a sostituire la serie Silver Pigeon, pertanto la gamma sarà incrementata con i calibri più piccoli e con versioni sempre più raffinate. Il fucile da noi provato ci colpisce subito per le sue forme, elegante, ben rifinito, con legni di qualità e incassi accurati, risulta subito maneggevole e pronto sul bersaglio, sia durante le prove in pedana sia durante la caccia vera e propria.

Leggi tutto...

Sauer Modello 404: l’evoluzione della specie

Sauer Modello 404: l’evoluzione della specie

La ribalta dell’IWA di Norimberga è stata per la J.P. Sauer & Sohn la giusta situazione per sottoporre al pubblico la sua carabina di vertice dove sono racchiuse le migliori tecnologie armiere in una veste di classe e di funzionalità.

di Emanuele Tabasso

La Hausmesse o Bignami Day che a fine marzo, dopo l’IWA di Norimberga, raduna gli addetti di settore presso l’accogliente spazio espositivo per un favorevole ripasso dell’ampia proposta commerciale dell’azienda atesina è stata l’occasione graditissima per una prova a fuoco della nuovissima Sauer Mod. 404 che, nei padiglioni della fiera tedesca, avevamo appena guardato complice la ressa attorno a questo prodotto. Sapevamo già dell’occasione ben più favorevole e abbiamo quindi posposto a tale situazione un esame particolareggiato del fucile che si pone come capofila della produzione Sauer.
Oggi le aziende di vertice curano con attenzione i diversi posizionamenti sul mercato dei loro prodotti e le segmentazioni prendono nomi specifici per cui il settore di vertice è chiamato premium: innegabile che lì si ritrovino le migliori soluzioni, sia per eleganza, classe e finiture, che per la somma di innovazioni o comunque di adeguamenti a quanto  l’esigenza della clientela si pone come obiettivo. Esaminando la Mod. 404 scopriamo com’è concepita e realizzata.

Leggi tutto...

Beretta A400 Xplor Action Mancino

Beretta A400 Xplor Action MancinoBERETTA A400 XPLOR ACTION MANCINO: Un semiauto pensato e realizzato per chi usa la mano sinistra.

Testo di Saverio Patrizi

Da che mondo è mondo sono sempre esistiti i mancini, fra questi anche tante personalità di spicco per ingegno e cultura che hanno caratterizzato l’evoluzione dell’uomo negli ultimi secoli, solo per fare alcuni nomi, possiamo citare Alessandro Magno, Giulio Cesare, Michelangelo Buonarroti, Ludwig van Beethoven, Winston Churchill, Bill Gates e tanti altri. I mancini rappresentano circa il 10% della popolazione, in incremento fra le fasce più giovani, questo dato è determinato dal fatto che una volta i bambini sinistrorsi venivano forzati ad usare la destra, mentre adesso si preferisce lasciarli esprimere in modo naturale. Il mancino è quindi ancora oggi piuttosto svantaggiato perché vive in un “ambiente” predisposto per i destrimani e questa considerazione risulta vera anche per quello che riguarda il mondo delle armi e della caccia.

Finché si parla di doppiette o sovrapposti il “problema “ viene superato realizzando il calcio mancino, altro discorso nel caso dei semiautomatici, anche se vengono venduti con piastrine e spessori per modificare il vantaggio del calcio da destro a sinistro e modificarne la piega, rimane il problema dell’estrazione del bossolo, che per forza di cose, in fase di espulsione, dovrà passare davanti al viso del tiratore.

Leggi tutto...

Savage Mod. 11 Scout in calibro .308 Win.

Savage Mod. 11 Scout in calibro .308 Win. Savage Mod.11 Scout: Al Bignami Day dello scorso marzo si è potuto osservare un nuovo modello della Savage denominato Scout dotato di alcune caratteristiche funzionali al porto e all’impiego in condizioni disagiate e dove la prontezza di tiro a breve distanza si rivela essenziale.

di  Emanuele Tabasso

Assicurandosi la distribuzione in Italia della statunitense Savage la Bignami di Ora ha posto in essere una probabile conquista di spazi di mercato di buona ampiezza e appannaggio di conoscitori della tecnica e del valore del soldo. Le soluzioni ideate negli Anni 50 da Nicholas Brewer fanno ancora testo e consentono di produrre, a costi decisamente concorrenziali, fucili in cui robustezza, funzionalità e precisione vanno di pari passo. Il più recente modello presentato si chiama Scout e fin dal primo impatto mostra caratteristiche particolari per un impiego specifico come il nome già indica. E’ il fucile per un uso senza troppi riguardi, designato a un impiego in terreni e situazioni disagevoli, dove la prontezza e le capacità di fuoco, la maneggevolezza, la riduzione del rinculo e le mire metalliche si pongono alla base delle soluzioni adottate.

Castello, otturatore e canna
La produzione della Casa prevede due dimensioni di azione, Long e Short, per sistemare in maniera conveniente le due serie di cartucce che negli Stati Uniti fanno capo al .30-06 Sprg. e al .308 Win. così che questo modello, camerato solo per quest’ultima cartuccia, avrà il tipo corto a cui si associano minor peso, seppur di non molti grammi, e una maggiore rigidità.

Leggi tutto...

Beretta A400 Shadow. Il nero che colpisce..

Beretta A400 Shadow. Il nero che colpisce..

Il Total Black della serie Beretta A400, un semiautomatico per tutte le stagioni che racchiude le caratteristiche tecniche dei fratelli della famiglia A400, oltre ad una serie di peculiarità esclusive. Fucile per tutte le cacce dove si richiede un’arma robusta, efficiente ed efficace che non ha paura di acqua, rovi e intemperie.

Testo di Saverio Patrizi

Il fucile semiautomatico A400 Shadow si riconosce subito per il suo colore completamente nero, calcio e astina sono in tecnopolimero con la nuova zigrinatura S-Grip, studiata per combinare un’eccellente presa sia a mani nude sia con i guanti. Sempre nel calcio è stato integrato il Kick-Off Plus, in questo fucile il sistema anti rinculo e impennamento è posizionato subito dietro alla pistola, così da eliminare il movimento fra guancia e calcio durante lo sparo. Il sistema è composto da due pastiglie ammortizzanti high-tech che permettono, oltre alla riduzione del rinculo del 50% una notevole riduzione del peso. Sempre per ottimizzare il contraccolpo il calciolo MicroCore, grazie alla struttura a celle aperte risulta morbido, scorrevole e ottimizza l’area di appoggio sulla spalla. L’astina risulta essere più corta che negli altri semiautomatici della serie A400, ciò implica l’ottimizzazione della distribuzione del peso verso il baricentro, conferendo al fucile il perfetto bilanciamento e grande facilità di brandeggio.

Leggi tutto...

Franchi Feeling Sporting: il sovrapposto specifico da divertimento

Franchi Feeling Sporting: il sovrapposto specifico da divertimentoLa linea dei sovrapposti Feeling si arricchisce di nuovi modelli e troviamo attuale e interessante lo Sporting dedicato a una disciplina agonistica che annovera un numero sempre crescente di appassionati.

di Emanuele Tabasso

La famiglia Feeling di Franchi nasce circa due anni fa con i sovrapposti nei piccoli calibri 28/70 e .410 Mg. proponendo un’interessante opzione per la bascula realizzata, a scelta del cliente, in Ergal o in acciaio. La compagine si allarga e ora troviamo gli altri calibri usuali per la caccia come il 12/76 e il 20/76 con il nome di Feeling Select e una serie particolare denominata Sporting, specifica per il tipo di competizioni che vanno comunemente sotto questo nome. Per la verità ci sono due distinte possibilità e da noi si pratica molto il Compak Sporting per cui si spara da pedana utilizzando impianti da tiro a volo con apposite macchine lanciapiattelli che simulano volo o corsa dei selvatici; più costoso l’impianto, ma di effetto più realistico, lo Sporting vero e proprio ottenuto dall’installazione delle apparecchiature lanciapiattelli lungo un percorso all’aperto, dove soltanto i vari segnali di sosta per lo sparo ricordano che si sparerà a un piattello e non a un selvatico.

Leggi tutto...

Beretta all’IWA 2015 di Norimberga

Beretta all’IWA 2015 di NorimbergaBeretta: Come sempre l’IWA ha rappresentato la vetrina per proporre le ultime novità di casa Beretta, e quest’anno sono veramente tante.

In grande stile la presentazione del GunPod2, sistema composto da un innovativo conta-colpi Bluetooth posizionato nel calcio calcio del fucile, in grado di dialogare con lo smartphone del cacciatore attraverso un’app, anch’essa fornita da Beretta, per registrare l’attività di caccia memorizzando le statistiche sui colpi sparati ed il percorso effettuato, con la possibilità di visualizzare i propri colpi sulla mappa insieme a foto e video. Ma non è tutto: nel caso fosse necessario effettuare una chiamata di emergenza, GunPod 2 rende velocissimo far partire la chiamata al numero prestabilito ed aiuta il cacciatore a capire la propria posizione GPS nel caso sia utile comunicarla. GunPod2 è attualmente disponibile sul Semiautomatico A400 Xplor Action Cal.12 e può essere facilmente sostituito sui fucili già equipaggiati o predisposti per il GunPod 1.  Per quanto concerne le armi da caccia molto interessante la nuova doppietta 486 Parallelo EL calibro 20, sviluppata sulla base del 486 cal. 20, arricchite di cartelle lunghe con incisioni floreali, disponibile sia in versione “acciaio” sia “tartarugata”, un fucile di classe molto elegante destinata ad un cacciatore moderno ed esigente.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 18

Feed RSS: Leggi le news venatorie
Banner
Banner
Banner